Autore:
Luca Cereda

ELETTRICA E INTELLIGENTE Adesso sappiamo anche che guida quasi da sola. La nuova Nissan Leaf 2018 debutterà al prossimo salone di Francoforte 2017 completamente rinnovata e la casa giapponese inganna l'attesa raccontandoci, a spizzichi e bocconi, che cosa cambierà.

LINEA RETTA L'ultima news riguarda il sistema ProPilot 1.0, che equipaggerà la Nissan Leaf a partire dalla prossima generazione. Sono le stesse tecnologie di guida assistita sdoganate a partire dall'anno prossimo anche sulla nuova Nissan Qashqai, grazie alle quali la crossover si gestisce da sola in alcune condizioni, sia nella guida autostradale sia nel traffico.

IN EVOLUZIONE Alla base c'è una telecamera coadiuvata da un software di elaborazione dell'immagine che permettono di riconoscere veicoli e segnaletica, anche orizzontale. A seconda dei dati elaborati, poi, l'elettronica regola l'accelerazione e la frenata, e regola lo sterzo. Di fatto il congegno non si sostituisce all'automobilista, chiamato comunque a tenere le mani saldamente sul volante. Ma nei prossimi anni il ProPilot di Nissan arriverà ad offrire un livello di autonomia sempre più alto, anche in situazioni di marcia più complesse, come ad esempio gli incroci.

AUTONOMIA DELLE BATTERIE Buone notizie anche per chi vorrebbe un'auto elettrica ma soffre d'ansia da autonomia. La nuova Nissan Leaf 2018, in vendita in Europa nei primi mesi del nuovo anno, avrà una batteria da 60 kWh, praticamente il doppio della attuale. E quindi un'autonomia reale, non ancora dichiarata in via ufficiale, presumibilmente a prova di stress, sensibilmente migliorata rispetto alla Nissan Leaf attuale, che si assesta sui 250 km (ciclo Nedc). La nuova Nissan Leaf 2018 avrà anche un look profondamente rinnovato, benché questo primo teaser non riveli un granché, gruppi ottici full led e il motivo a “V” sul frontale dgli ultimi modelli Nissan.

 


TAGS: nissan nissan leaf 2018 nuova nissan leaf nissan leaf 60 kwh