Autore:
Francesca Mondani

UN PEZZO DI STORIA La Land Rover Defender, conosciuta semplicemente come “Land Rover” fino al 1990, è il più longevo prodotto del marchio britannico. Nata nel 1948 in ispirazione alle allora già affermate Jeep, la Defender doveva rappresentare l'evoluzione “per civili” di una linea pensata specificamente per l'esercito. Il risultato? Un mezzo spartano, senza fronzoli di alcun tipo, adatto ai vecchi eremiti che avevano bisogno di scendere a valle due volte al mese per rifornirsi di fagioli in scatola e fiammiferi. Niente a che spartire con Range Rover Evoque e con gli altri bestioni iperlussuosi cui ormai siamo abituati ad assegnare l'etichetta di SUV. L'austero Defender ha pagato caro il prezzo di questa recente evoluzione di gusto: scomparirà infatti dai listini Land Rover a partire dal 2017. Ma per la sua uscita di scena è stata pensata un'edizione speciale con cui celebrare in grande i 40 anni di storia del modello.

IL 40° ANNIVERSARIO E non poteva essere altrimenti: non si può dire addio a un simbolo di tale portata senza sparare fuochi d'artificio. La Defender 40th Anniversary, opera dell'azienda britannica di tuning Overfinch (nome che vediamo svettare sul vano motore), è una versione speciale della Defender 90 due porte con motore diesel da 2.2 litri. Su questa base è stata realizzata una serie di interventi eminentemente estetici. Il metallo grezzo di questo SUV da battaglia è stato infatti vivacizzato con una serie di elementi stilistici, fra cui i cerchioni in alluminio Apollo da 18”, la barra di rimorchio azionabile elettricamente, la griglia della calandra patinata e le luci diurne a LED.

EVOLUZIONE DI STILE Numerosi i dettagli più o meno nascosti che firmano la Land Rover Defender 40th Anniversary: lo sportello del serbatoio e le maniglie delle portiere sono corredati di pulsanti alluminio, le pedane sono rivestite di una speciale copertura nera cromata e al paraurti posteriore è stata data la forma di uno scalino per facilitare l'accesso al bagagliaio. La vera chicca però sono gli interni, il segno più tangibile della piega luxury presa da Land Rover negli ultimi anni: i sedili Recaro, il cruscotto e il tetto sono ricoperti di una fodera in pelle Bridge of Weir, mentre il logo “40th Anniversary” campeggia sui poggiatesta anteriori; completano la dotazione il sistema di infotainment, i subwoofer e la pedaliera in alluminio.

PREZZI E DISPONIBILITÀ Per chi volesse onorare Defender e il suo addio alle strade, il prezzo al pubblico della versione 40° Anniversario è di 70.000 sterline (circa 97.000 €). Solo 5 le unità prodotte, ognuna dotata di una placca identificativa personalizzata. Immaginiamo che a Leeds, da Overfinch, ci sarà la stessa fila di un Apple Store il giorno dell'uscita del nuovo iPhone.


TAGS: defender suv tuning land rover 40th anniversary overfinch