Autore:
Luca Cereda

PROVACI ANCORA, PAUL Probabilmente non passerà alla storia come uno dei pionieri dell’automobilismo moderno, ma a qualcuno, forse, il nome di Paul Halstead dice (o dirà) qualcosa. Nella seconda metà degli anni Ottanta, infatti, Paul balzò alla cronaca per aver costruito – insieme al designer di Formula Uno Barry Lock - la Giocattolo, una supercar basata dal nome italico basata sull’Alfa Romeo Sprint. Ne furono realizzati 15 pezzi: tanta spesa, poca fortuna.

1200 CV Passato oltre un quarto di secolo, Paul è tornato alla carica. Il suo sogno di costruire una hypercar non si è assopito ed ora si ringalluzzisce in questi bozzetti, che anticipano un progetto a scadenza triennale. Una supersportiva da 1200 cavalli – forse si chiamerà ancora Giocattolo, ma non è detto – con motore W16 frutto dell’assemblaggio di V8 Chevrolet gemelli, cui Paul ha pensato di abbinare un cambio sequenziale a 6 rapporti. Tra il sogno e la realtà, però, ballano un bel po’ di soldi, oltre ai tre anni di tempo programmati; se Halstead troverà dei finanziatori la Giocattolo potrà rinascere, anche solo come one-off.


TAGS: hal giocattolo supercar 1200 cv w16