Pubblicato il 29/12/2019 ore 09:30

LA TESLA SOTTOPELLE Qualcuno sostiene che, per i fan, Apple sia diventata una sorta di religione e che lo stesso stia accadendo con le auto elettriche: le Tesla, in particolare. Fatto sta che negli USA sta diventando una moda farsi impiantare nel braccio la Tesla Key, ossia il chip che fa funzionare il sistema keyless delle auto di Elon Musk. La prima in ordine di tempo è una certa Amie DD, avvenente appassionata di elettronica di Dallas, che ha documentato l'intevento in un video su Twitter (qui sotto).

 

 

UN CHIP PER OGNI COSA Della stessa idea sembra essere Ben Workman, che vive nello Utah e che - riporta l'emittente ABC 7 News - non si è limitato al chip della Tesla. Workman avrebbe infatti sottopelle anche una calamita, per fare giochi di prestigio che stupiscano gli spettatori occasionali, e il chip che sblocca le serrature dell'ufficio; un altro chip gli permette di accedere al suo stesso computer senza digitare la password e un altro ancora di scambiare contatti senza passare per arcaici biglietti da visita.

Amie DD durante l'operazione di impianto del chip Tesla Key

COME SI FA CON CANI E GATTI I primi innesti, spiega Workman, li ha fatti con l'aiuto di un famigliare, iniettando i dispositivi sottopelle con l'aiuto di una siringa. Un po' come si fa con i chip che identificano gli animali da compagnia. Qualche problema in più l'ha avuto con il Tesla Key, più ingombrante e non certo progettato per quel tipo di utilizzo. Ad aiutarlo, questa volta, un laboratorio specializzato in piercing e interventi di body modifications, come si vede anche nel video di Amie: laboratorio che sulle prime non era entusiasta dell'idea. Ma cosa faranno Ben e Amie quando verrà l'ora di cambiare auto?


TAGS: tesla keyless tesla key body modification