Test di GoPro Hero 10 Black: cosa ci piace, cosa no, pregi e difetti
Test action cam

Il nostro test di GoPro Hero 10 Black: riprese a prova di MotorBox


Avatar di Claudio Todeschini , il 16/07/22

3 settimane fa - Il nostro test di GoPro Hero 10 Black: cosa ci piace, cosa no, pregi e difetti

Il test della action cam che utilizziamo per le nostre prove video: come cambia rispetto ai modelli precedenti, pregi e difetti di GoPro 10

Quando registriamo i video che poi trovate sul sito e sul nostro canale YouTube (a proposito, vi siete già iscritti? No? Cosa state aspettando? Fatelo e non vi perdete nessun aggiornamento!) possiamo sempre contare sui nostri bravissimi videomaker per le riprese in esterna e dell’auto. Per quelle a bordo, invece, fatte mentre guidiamo, lavoriamo in autonomia utilizzando le action cam di GoPro, quelle che negli anni si sono rivelate le più affidabili, robuste e capaci di garantire il miglior risultato. Ecco la nostra prova del’ultima arrivata nella grande famiglia di GoPro utilizzate a Motorbox, la GoPro Hero 10 Black.

LE PRINCIPALI NOVITÀ DI GOPRO HERO10 BLACK

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam

Rispetto ai modelli usciti negli anni passati, le novità introdotte dalla GoPro 10 non sono tantissime in senso assoluto, ma sono le più rilevanti dal punto di vista della qualità complessiva quando la si usa tutti i giorni:

  • Nuovo processore GP2
  • Registrazione 5,3K 60fps (prima era 5K), 4K 120fps, 2,7K 240fps (che corrisponde a uno slow motion 8x)
  • Fotografie a 23 megapixel (anche in formato RAW)
  • Stabilizzatore d’immagine HyperSmooth 4.0
  • Schermo LCD frontale più fluido nell’anteprima delle immagini
  • Schermo LCD posteriore con sensibilità touch migliorata
  • Cattura di schermate a 19,6 megapixel da registrazioni in 5,3K di video 4:3 e 15,8 megapixel da video widescreen a 5,3K 
  • Livestream FullHD (1080p)

Rimangono ovviamente inalterate le novità della Hero 9 Black, tra cui l’HDR nelle foto, i timelapse notturni, l’impermeabilità fino a 10 metri (senza protezione specifica), il GPS, l’attivazione vocale e la ricarica USB-C.

NUOVO PROCESSORE GP2 

A questa novità è opportuno dedicare un po’ più di spazio, perché rappresenta il passo avanti più importante nel nuovo modello di GoPro. Il motivo è presto detto: il processore GP1 era stato introdotto nella Hero 6 nel 2017, che nel mondo della tecnologia corrisponde grosso modo a un paio di secoli fa. Pensate che è stato l’anno in cui ha debuttato Tesla Model 3, ma anche la console Nintendo Switch. Per capirci, l’ormai vecchiotto Google Pixel 3, ma anche il primissimo iPad Pro, sono usciti solo l’anno successivo.

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, vista di profilo GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, vista di profilo

A COSA SERVE Visto che siamo in tema auto, il chip interno di una GoPro è l’equivalente del motore di una macchina: più è nuovo, veloce ed efficiente, migliori sono le prestazioni complessive. Per esempio, il nuovo processore consente di sfruttare al massimo il sensore da 23 megapixel introdotto sulla Hero 9, che per le limitazioni del processore GP1 poteva lavorare solo fino a 20 megapixel.

CAMBIA TUTTO La GoPro Hero10 Black con GP2 raddoppia il frame rate (la velocità dei fotogrammi) a cui registra i video, migliora la stabilizzazione dell’immagine, il livellamento automatico dell’orizzonte e la riduzione del rumore nelle riprese. È aumentata del 30% anche la velocità di trasferimento dati in modalità wireless, e del 50% tramite cavo. Più in generale, però, è proprio l’esperienza d’uso complessiva a migliorare nettamente: la GoPro è più veloce ad accendersi, a connettersi allo smartphone, a fare qualsiasi cosa.

REGISTRAZIONE VIDEO 

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, finalmente anche waterproof GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, finalmente anche waterproof

L’uso principale che ne facciamo noi a Motorbox, ma con ogni probabilità chiunque acquista una action cam, è la registrazione di video. La nuova GoPro Hero 10 Black migliora il frame rate di tutti i formati supportati, aumentando quindi il numero di fotogrammi al secondo. Le registrazioni a 5,3K di risoluzione sono a 60 frame al secondo (fps); quelle a 4K arrivano a 120 fps, e quelle a 2,7K arrivano a 240 fotogrammi al secondo. Valori che vanno oltre le normali esigenze di un servizio giornalistico, ma di assoluto riferimento nel settore delle action cam, in particolare quando si effettuano riprese ardite e/o spettacolari. 

IL TOP PER IL FULLHD Se vi piace smanettare con i video, risoluzioni così importanti si traducono in due possibili miglioramenti del risultato finale in FullHD: è possibile scalare la risoluzione 2,7K a una più diffusa 1080p per ottenere riprese nitide e pulite, oppure registrare a risoluzione superiore, con la libertà di poter “croppare” (tagliare) l’immagine in fase di montaggio, senza perdita di qualità.

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, vista dall'alto con Media Mod GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, vista dall'alto con Media Mod

COME REGISTRA Come quasi sempre accade, l’uso che fanno quasi tutti è quello con i parametri impostati di default all’accensione della videocamera, senza smanettamenti o impostazione di parametri: accendi la GoPro e inizi a registrare. Anche così, a 40K e 30 frame al secondo, con il nuovo HyperSmooth 4.0 attivato, i risultati sono davvero notevoli, e rappresentano un deciso passo in avanti rispetto alla Hero 9: in condizioni di luce buona l’immagine risulta pulita, stabile, dai colori accesi e senza rumore.

IMMAGINI STABILI La stabilizzazione software dell’immagine HyperSmooth 4.0 funziona in maniera impeccabile come la 3.0, risolve gran parte dell’effetto “tremolio” delle action cam anche durante le attività più concitate come discese in bici o sugli sci, ma soprattutto garantisce il medesimo livello di qualità a tutte le risoluzioni, dalla “semplice” FullHD alla 5,3K. La nuova GoPro aggiunge anche tre profili colore per personalizzare le riprese: Piatto, Naturale e Vibrante. Il primo è perfetto per chi corregge i colori in post produzione e preferisce riprese più pulite possibili. Naturale funziona bene se si lavora con diversi dispositivi (smartphone, reflex digitali ecc.), perché assicura la miglior omogeneità delle riprese. Vibrante, infine, esalta i colori accendendo l’immagine: il risultato non è tra i più spontanei, ma è sempre di grande impatto.

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, vista frontale con Media Mod GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, vista frontale con Media Mod

NIENTE ZOOM La GoPro 10 permette di ingrandire l’immagine con lo zoom digitale, che tende sempre un po’ a “sporcare” l’immagine, oppure di cambiare lente (sempre digitale) tra SuperView, Wide, Linear e Narrow, ma uno zoom ottico - anche solo 2x - sarebbe stato molto gradito

VEDI ANCHE



SCATTARE FOTOGRAFIE CON GOPRO 10

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, con tante novità GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, con tante novità

Rispetto alla Hero 9 il sensore fotografico rimane lo stesso a 23 MP (megapixel), ma il nuovo processore permette di sfruttarlo al massimo della sua capacità. La modalità SuperPhoto consente di scattare immagini con HDR (high dynamic range), che migliora la brillantezza delle fotografie. Se ne fate un uso professionale, il mio consiglio è di scattare le foto in modalità RAW: senza la pretesa che una piccola GoPro possa rimpiazzare una DLSR o una mirrorless, il risultato è comunque più che buono, sufficiente per la stragrande maggioranza di utenti e utilizzi. La maggior velocità complessiva della GoPro10 dimezza i tempi di salvataggio del formato RAW, riducendo così i tempi di attesa tra uno scatto e l’altro. Notevoli i passi avanti anche negli scatti con poca luce, sia nelle riprese video che nelle fotografie: il rumore è ridotto, e i dettagli riescono a emergere con maggior nitidezza.

INTERFACCIA E AUDIO

La novità che tutti gli utilizzatori di GoPro hanno sempre desiderato è uno schermo frontale che permette di vedere direttamente cosa sta inquadrando l’obiettivo. Una feature che ha debuttato nella Hero 9, ma che in questo nuovo modello offre un’immagine in anteprima più nitida e definita, con le icone di tempo di registrazione e batteria ben in vista. La lente anteriore è antigraffio e può essere sostituita.

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, vista dello schermo posteriore GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, vista dello schermo posteriore

SCHERMO TOP Tanti i miglioramenti apportati dal nuovo chip GP2, ma tra quelli che qui in redazione abbiamo apprezzato maggiormente c’è la netta, maggiore reattività dello schermo touch quando si naviga tra menu e file video. Nel nostro lavoro lo usiamo spesso, per impostare i parametri di registrazione di un video, o per riguardare le clip girate e assicurarsi che non ci siano problemi. Da questo punto di vista, il passo avanti compiuto dalla nuova GoPro Hero10 è davvero notevole.

AUDIO: COME SI SENTE? Su una action cam così piccola, aspettarsi un microfono perfetto è pura utopia, almeno per il momento. Quello integrato fa il suo, che però non è molto: funziona bene al chiuso, senza disturbi. Se ci si trova all’aperto, magari con il vento, oppure ci si muove in bici o con altri mezzi (ma anche in auto, con i rumori della strada e del motore), i disturbi si fanno sentire parecchio. A conti fatti,  il microfono integrato è forse l’unico, vero difetto della nuova GoPro Hero 10 Black.

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, che usiamo per i video di Motorbox GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, che usiamo per i video di Motorbox

LA SOLUZIONE Per ovviare al problema GoPro ha realizzato il Media Mod, accessorio che utilizziamo sempre: una gabbia che“riveste” la GoPro Hero 10 Black e mette a disposizione un microfono bidirezionale  e un jack audio da 3,5”, a noi cui applichiamo un microfono a levalier con clip per la camicia, che assicura la miglior resa audio all’interno di un’auto in movimento. Se vi piace fare video quando siete in giro, è l’unico accessorio su cui puntare per davvero. E chissà che GoPro Hero 11 non offra “di serie” il jack per un microfono esterno.

QUANTO DURA LA BATTERIA?

Come per le auto elettriche, valutare l’autonomia di una action cam è sempre complicato. Tanti sono i fattori che influenzano i tempi effettivi di durata di una batteria, a cominciare dal tipo di ripresa effettuata, e anche per questo giriamo sempre con due o tre batterie di scorta, pronte a intervenire se le riprese vanno un po’ troppo per le lunghe. In generale, però, da questo punto di vista la nuova Hero 10 Black è più efficiente rispetto alle GoPro 8 che ancora utilizziamo. Laddove in passato mi è capitato di dover fare un “pit stop” per le batterie con la GoPro 8, con la 10 sono sempre riuscito a portare a casa riprese anche di un’ora senza mai scaricare la batteria. Questo significa potersi gustare il momento - qualunque esso sia - con maggior tranquillità, minore ansia e senza interruzioni.

APP E ACCESSORI 

Come sui precedenti modelli, GoPro può essere controllata da remoto tramite la app Quik per smartphone: il primo abbinamento con lo smartphone è rapido, e praticamente immediato le volte successive. La app permette di fare un sacco di cose, editing di foto e video, caricamento sui social, ma la funzione più utile è poter selezionare dallo schermo del telefono la modalità di funzionamento e controllarla come con un telecomando. Una soluzione molto utile se la GoPro è appiccicata al tetto dell’auto!

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam. Le novità del nuovo modello GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam. Le novità del nuovo modello

CE N’È PER TUTTI I GUSTI Uno dei motivi del grande successo di GoPro è la quantità enorme di accessori disponibili (anche di terze parti): tra ventose, gorillapod, mollette, agganci di ogni forma e colore, GoPro è utilizzabile in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo. Tipicamente noi la appiccichiamo al cruscotto o ai vetri dell’auto per le riprese degli onboard mentre guidiamo, ma in diverse occasioni abbiamo fatto riprese con la GoPro attaccata al tetto, al cofano o alle fiancate di un’auto. Sembra una banalità, ma tra i tanti accessori provati negli anni, la ventosa originale GoPro è quella che fino a questo momento si è rivelata la più stabile e a prova di distacco, anche alle alte velocità.

CONCLUSIONI

GoPro Hero 10 Black è l’action cam perfetta per chi viaggia o fa sport, o vuole semplicemente registrare le proprie vacanze. Il fatto che sia waterproof la rende ancor più versatile che in passato. Costa sensibilmente di più delle tantissime imitazioni che si trovano un po’ ovunque: poche volte come in questo caso il risultato finale vale ogni centesimo in più speso (ma anche per affidabilità e robustezza, che in un prodotto del genere conta parecchio). 

GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, che usiamo per i video di Motorbox GoPro Hero 10 Black: la prova della action cam, che usiamo per i video di Motorbox

QUANTO COSTA La GoPro Hero 10 Black “base”, con una batteria e una MicroSD da 32 GB costa, sul sito ufficiale della casa, 529,99 euro. Il modello con qualche accessorio (treppiede e clip) costa invece 579,99 euro. Se vi interessa comprarla, tenete sempre d’occhio lo store ufficiale, dove si trovano spesso promozioni e offerte. In questi giorni, per esempio, la 10 base costa 379,98 euro, e quella con accessori 429,98 euro.

LA CAMBIO O NO? Se possedete già una Hero 9, quindi il modello con lo schermo frontale, il passaggio alla versione più recente garantisce un’esperienza d’uso migliore in ogni situazione, grazie al chip GP2 più potente. Se l’uso che ne fate è comunque sporadico e occasionale, la 9 rimane un ottimo prodotto, e per il momento potete tranquillamente andare avanti con quella. Se invece avete un modello precedente, dalla 8 in giù, non c’è neppure da porsi il problema: la 10 rappresenta un enorme balzo in avanti sotto ogni punto di vista, dalla qualità dei video girati alla durata della batteria, dai formati supportati (come il RAW per le foto) al preziosissimo doppio schermo centrale.


Pubblicato da Claudio Todeschini, 16/07/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox