Autore:
Emanuele Colombo

QUANDO ARRIVA Arriverà nei negozi l'otto marzo, proprio il giorno della festa della donna: solo coincidenze? Fate voi. Certo è che il nuovo Samsung Galaxy S 10, che per il prossimo anno sarà lo smartphone di punta nella gamma consumer (lasciando ai Note il ruolo business) del marchio coreano, è un modello molto atteso. Non fosse altro perché è il decimo telefonino della serie Un anniversario importante.

SI FA IN TRE Viste la ricorrenza e la tradizione di eccellenza del marchio, che al netto di qualche incidente di percorso ha sempre proposto device dalle elevatissime caratteristiche tecniche, dal Galaxy S 10 ci si aspettavano grandi cose. Anzi, dai Galaxy S 10, visto che i modelli con questo nome saranno tre. E le attese non sono state deluse.

AL TOP NELL'IMMAGINE I miglioramenti sono a tutto campo, dalle foto (vedi sotto le caratteristiche dei vari modelli) alle riprese video, che avvengono con stabilizzazione digitale e in HDR10+, per una resa cromatica di maggiore effetto. Tra le app spicca Adobe Premiere Rush, per montare i video direttamente sullo smartphone, con funzioni evolute quali la color correction e l'aggiunta di titoli. E per valorizzare al massimo tutto ciò, lo schermo di Samsung S10 è un Dynamic AMOLED dalla resa veramente elevatissima per quanto riguarda fedeltà dei colori, brillantezza delle immagini, contrasto, profondità del nero e luminosità del bianco.

IL SAMSUNG S10 Il Samsung Galaxy S10 standard ha uno schermo ultra-panoramico smussato ai bordi da 6,1 pollici, con tecnologia Super Amoled e lettore di impronte digitali a ultrasuoni (una prima mondiale) integrato nel display. Tre gli obiettivi del gruppo fotocamera posteriore, che può contare su un grandangolo da 16 Mpixel, uno zoom da 12 Mpixel e un obiettivo intermedio di pari risoluzione con tecnologia Dual-pixel: per una messa a fuoco più veloce e precisa. La fotocamera frontale, quella per i selfie, ha invece un sensore da 10 Mpixel.

FOTOCAMERA INTELLIGENTE L'intelligenza artificiale che sovrintende il funzionamento dela fotocamera riconosce automaticamente fino a 30 scene diverse, ottimizzando i parametri di ripresa. In più riconosce le inquadrature, fornendo consigli sulla composizione delle immagini traendo spunti da uno sterminato database di foto professionali.

LA SCHEDA TECNICA Il cervello del nuovo Samsung S10 è il processore octa-core Exynos 9820 con Neural Processing Unit (NPU) e un modem LTE da 2 Gbps di velocità. Due i tagli di memoria previsti: 6 GB di RAM nello smartphone con 128 GB di archivio oppure 8 GB di RAM nella versione da 512 GB. Ferma restando la possibilità di espansione tramite schedine MicroSD. La batteria è da 3.400 mAh e prevede la funzione reverse charging per ricaricare altri dispositivi wireless, per induzione. Prezzi da 929 a 1.179 euro secondo le versioni.

TOP DI GAMMA Samsung Galaxy S10+ alza l'asticella con uno schermo più grande (6,4 pollici) e una doppia fotocamera frontale: con un obiettivo dual-pixel da 10 Mpixel e uno grandangolare da 8 Mpixel. Maggiorata la batteria, che in questo caso è da 4.100 mAh per far fronte all'aumentata sete di energia del display. Ai tagli di memoria già visti sullo S10 standard, il Plus aggiunge una versione con 12 GB di RAM e 1 TB di archivio, con prezzi che quindi vanno da 1.029 euro per il taglio da 128 MB a 1.279 euro per il 512 GB, per arrivare a 1.639 euro nel caso del top di gamma.

IL SAMSUNG S10 LOW COST Alla base del listino si piazza un modello leggermente meno costoso, il Samsung Galaxy S10e che costa 779 euro. A quali rinunce costringe? Non sul processore, che sfrutta il medesimo chip octa-core con 6 GB di memoria RAM e 128 di archivio. Il comparto fotografico vede però una fotocamera posteriore solo doppia, con sensori da 16 e 12 Mpixel, e un obiettivo singolo per i selfie a 10 Mpixel. Lo schermo, da 5,8 pollici, ha poi una risoluzione leggermente inferiore ed è piatto invece che  smussato ai bordi. Più piccola anche la capacità della batteria: qui da 3.100 mAh.

CHE EFFETTO FANNO Nella breve presa di contatto con i nuovi Samsung non c'è stata la possibilità di metterli alla frusta e non abbiamo notato nulla al disotto delle aspettative. A colpire di più sono stati i ridotti ingombri. Anche il più grande S10+ non ha proporzioni esagerate e sia lui sia il normale S10 esaltano uno spessore già molto ridotto per effetto dei bordi fortemente rastremati. Quattro i colori disponibili: bianco, nero, verde e giallo, a cui si aggiungono per lo S10+ bianco e nero in finitura ceramic. In seguito arriverà anche un quarto modello della famiglia, il Samsung Galaxy S10 5G che porterà appunto al debutto la tecnologia 5G. Ma questa, come si suol dire, è un'altra storia.


TAGS: versioni prova test prezzo uscita recensione difetti scheda tecnica samsung s10