Autore:
Simone Dellisanti

ATTENZIONE ALLA GUIDA La tecnologia al servizio della sicurezza alla guida: ecco Affectiva AI, il sistema di intelligenza artificiale, presentata al MIT di Boston, che permette di analizzare lo stato psicofisico del guidatore e prevenire così colpi di sonno o altre distrazioni alla guida.

GUARDA QUI Coadiuvata da una camera puntata verso il guidatore, Affectiva Automotive AI, permette di comprendere le emozioni del guidatore (per esempio: in caso di rabbia il sistema suggerisce una serie di lunghi respiri per scaricare la rabbia o di riprodurre la playlist musicale) ma soprattutto la concentrazione di chi è alla guida. Come il sistema riesce a riconoscere tutti questi elementi? Tenendo sotto controllo le espressioni del viso, la respirazione, lo sguardo e la presenza di fonti di distrazione esterne quali smartphone o altro.

IN AUTONOMIA Il sistema, attraverso spie audiovisive e vibrazioni sulle cinture di sicurezza, permetterà di avvertire il conducente qualora venisse rilevata distrazione o stanchezza. In caso di mancata risposta del guidatore, il sistema attiverà la guida autonoma o semi-autonoma della vettura cercando di evitare incidenti gravi o situazioni molto spiacevoli.

UN PO' DI BRAND Affectiva sta già collaborando con Daimler, BMW e Porsche nonché con altre aziende tecnologiche come Nvidia e Intel per introdurre la propria intelligenza artificiale, al più presto possibile, sulle nuove autovetture.


TAGS: ai affectiva ai