Pubblicato il 01/01/2020 ore 00:50

ESORDIO CON LE ALI La carriera di Jonathan Rea inizia nel 2008, quando viene ingaggiato dal team HANNspree Ten Kate Honda per partecipare al Mondiale Supersport. In sella alla sua CBR 600RR ha mostrato subito di che pasta fosse fatto, chiudendo la stagione con un secondo posto che gli vale il passaggio diretto nella categoria superiore. Nel 2009, infatti, il reparto corse ufficiale dell'Ala Dorata gli affida la più potente CBR 1000RR Fireblade al fine di portarla al successo nel Mondiale Superbike: Rea si distingue con due vittorie in Gara 2 rispettivamente a Misano e al Nurburgring, mentre nel 2010 continua a crescere conquistando anche una prestigiosa doppietta ad Assen, l'università delle moto di Assen.

ALTI E BASSI Nei Campionati seguenti però, Jonathan non trova la costanza: nel 2011 rimedia un infortunio al polso sinistro che lo tiene lontano dalle piste in tre round, mentre nel 2013 la rottura del femore sinistro al Nurburgring non gli consente di completare la stagione. Nel frattempo però la sua crescita in sella al missile giapponese continua senza soste: quello del 2014 è stato il suo anno migliore con la CBR 1000RR, grazie a quattro vittorie e cinque piazzamenti a podio che gli permettono di chiudere terzo dietro a Guintoli e Sykes. È solo il preambolo a quello che verrà

IL DOMINIO CON KAWASAKI Nel 2015 Rea veste la tuta del Kawasaki Racing Team al fianco di Tom Sykes, trovandosi subito a suo agio sulla ZX-10R, al punto da centrare all'esordio il suo obiettivo: 14 vittorie, un solo ritiro e come peggior risultato un doppio quarto posto a Jerez, questo il suo palmares nel primo anno da campione. Dopo il primo iride Rea non si è più fermato ambendo a obiettivi sempre più importanti: nel 2016 ha concesso il bis Mondiale in sella alla verdona, nonostante un numero di vittorie leggermente inferiore.

NELLA LEGGENDA Nel 2017 è arrivato il suo campionato forse migliore, con 16 vittorie e solo podi ogni volta che ha visto la bandiera a scacchi: un bottino impressionante che gli vale il terzo titolo consecutivo, come mai nessuno nella storia prima di lui. Nel 2018 arriva poi il ''facile'' poker iridato con il quale aggancia Carlo Fogarty in vetta alla classifica di titoli vinti, mentre nel 2019 Johnny ottiene il quinto titolo e una pagina nella leggenda, restando aggrappato con una lunghissima sequenza di podi consecutivi all'avvio implacabile del suo rivale Alvaro Bautista (11 vittorie) su Ducati, superandolo di slancio nella seconda parte della stagione, forse la prova di forza più grande della sua intera carriera. L'obiettivo per il 2020 resta lo stesso: vincere. E non potrebbe essere altrimenti.

Segui Johnny ReaSito Ufficiale  Twitter  Facebook  Instagram

Data di nascita: 2 febbraio 1987
Luogo di nascita: Ballymena (Gran Bretagna)
Nazionalità: Britannica
Squadra: Kawasaki Racing Team WorldSBK
Moto: Kawasaki ZX-10RR

STATISTICHE

All time
Categoria Pole position: Gare Podi Vittorie Secondi Terzi Best Race Lap
WorldSBK  23  280  168  88  56  24  67
WorldSSP  0  12  6  3  1  2  0

 

Anni
Anno Categoria Pole Gare Podi Vittorie Secondi Terzi Best Race Lap Pos.
2019 Superbike  7  37  34  17  16  1  12 1
2018 Superbike  2  25  22  17  4  1  14 1
2017 Superbike  6  26  24  16  7  1  14 1
2016 Superbike  2  26  23  9  9  5  6 1
2015 Superbike  2  26  23  14  7  2  11 1
2014 Superbike  1  24  9  4  1  4  2 3
2013 Superbike  0  18  4  1  2  1  1 9
2012 Superbike  0  27  6  2  4  0  0 5
2011 Superbike  2  18  5  2  0  3  0 9
2010 Superbike  1  23  10  4  5  1  5 4
2009 Superbike  0  28  8  2  1  5  2 5
2008 Superbike  0  2  0  0  0  0  0 26
2008 Supersport  0  12  6  3  1  2  0 2

TAGS: kawasaki rea jonathan rea kawasaki racing team Superbike 2020 WorldSBK 2020