Pubblicato il 01/01/2020 ore 00:36

DUE VOLTE VICE-CAMPIONE È tornato nel 2017 in Superbike dopo un paio di stagioni in MotoGP, ma i suoi risultati migliori li ha ottenuti fin dall'esordio nel Mondiale delle derivate dalla serie. Eugene Laverty, infatti, è stato per ben due volte Vice-Campione del Mondo della Supersport, rispettivamente nel 2009 e nel 2010 quando gareggiò in sella alla CBR 600RR del team Parkalgar Honda. Due anni con l'amaro in bocca, ma che gli hanno spianato la strada verso la categoria regina: la SBK.

DA YAMAHA AD APRILIA Nel 2011, infatti, cede alle lusinghe del reparto corse ufficiale della Yamaha, che gli affida la sua R1 al fianco di Marco Melandri. In quella stagione l'irlandese centrò una strepitosa doppietta a Monza, oltre a diversi piazzamenti che, però, non salvarono il destino della Casa di Iwata, ritiratasi a fine stagione. Nel 2012, tuttavia, Laverty trovò una nuova casa nel team Aprilia Racing, nel quale il suo compito fu quello di supportare Max Biaggi nella conquista del suo ennesimo Titolo Mondiale, oltre che nel raggiungimento di 51 Titoli da parte della Casa di Noale. Quell'anno Eugene terminò la stagione al sesto posto, un risultato che migliorò ulteriormente nel Campionato successivo, quando si laureò Vice-Campione del Mondo con soli 23 punti di distacco dall'iridato Tom Sykes.

IL PASSAGGIO IN MOTOGP Il 2014, invece, fu un anno molto avaro di soddisfazioni: nonostante la vittoria nella prima gara di Phillip Island, il passaggio di Laverty nel team Voltcom Crescent in sella alla GSX-R1000 non fu felice, come ha testimoniato il suo decimo posto finale al termine della stagione. Questo lo convinse a trasferirsi per il 2015 in MotoGP, sulla RC213V-RS in configurazione Open del team Aspar. Un anno di adattamento del tutto inutile, perchè nel 2016 passò alla guida di una Ducati Desmosedici una moto che gli ha invece regalato più sorrisi di quanto non avesse fatto la Honda, anche se il suo riavvicinamento alla SBK era ormai dietro l'angolo.

TANTI CAMBI DI MOTO Verso la fine dell'estate 2016, infatti, Laverty accettò la sfida proposta dal team Milwaukee, che in quell'anno aveva a disposizione le BMW bavaresi: le S1000RR, però, non avevano convinto i vertici del team, che al loro posto aveva trovato come sostitute le Aprilia RSV4 RF fornite direttamente dal reparto corse interno. Una scomessa ambiziosa nella quale Eugene decise subito di prendere parte assieme a Lorenzo Savadori: dopo un 2017 in crescendo, il 2018 ha rappresentato l'anno del ritorno sul podio con due terzi posti a Laguna Seca e Misano, e di un discreto ottavo posto finale. Il 2019 invece, il suo primo (e unico) con la Ducati è stato da cancellare, con quattro gare saltate per infortunio e il miglior risultato stagionale raggiunto nell'ultima prova stagionale, un sesto posto che speriamo possa essere di buon auspicio per Eugene e per la sua nuova avventura in BMW.

Segui Eugene LavertySito Ufficiale  Twitter  Facebook  Youtube

Data di nascita: 3 giugno 1986
Luogo di nascita: Toomebridge (Irlanda)
Nazionalità: Irlandese
Squadra: BMW Motorrad WorldSBK Team
Moto: BMW S1000 RR

STATISTICHE

All time
Categoria Pole position: Gare Podi Vittorie Secondi Terzi Best Race Lap
WorldSBK  3  175  35  13  10  12  5
WorldSSP  6  29  19  12  5  2  6

 

Anni
Anno Categoria Pole Gare Podi Vittorie Secondi Terzi Best Race Lap Pos.
2019 Superbike  0  24  0  0  0  0  0 15
2018 Superbike  1  21  2  0  0  2  0 8
2017 Superbike  0  26  0  0  0  0  0 10
2014 Superbike  0  24  2  1  0  1  0 10
2013 Superbike  2  27  19  9  4  6  4 2
2012 Superbike  0  27  6  1  3  2  1 6
2011 Superbike  0  26  6  2  3  1  0 4
2010 Supersport  5  13  10  8  1  1  5 2
2009 Supersport  1  14  8  4  4  0  1 2
2008 Supersport  0  2  1  0  0  1  0 21

TAGS: bmw eugene laverty Superbike 2020 WorldSBK 2020 Laverty BMW Motorrad WorldSBK Team

Allegato Dimensione
eugene_laverty_aprilia_sbk_2018.jpg 590 Kb