Superbike 2016

Superbike Germania 2016: le pagelle del Lausitzring


Avatar di Federico  Maffioli , il 19/09/16

5 anni fa - In Germania Rea vince gara 2 davanti a De Angelis e Fores

Al #GermanWorldSBK Rea vince gara due e De Angelis c'entra un secondo posto che sa di vittoria! Fores terzo, Davies e Sykes non trovano il feeling sul bagnato.

RINOCERONTE In gara 1 Jonathan Rea cade e totalizza il suo secondo zero consecutivo. Non è colpa sua, perché a tradirlo, come a Laguna Seca, è stata la moto con il cambio KO. In gara due, però, il Campione in carica vince dominando dalla prima all’ultima curva, dimostrando una guida, e una grinta, da vero fuoriclasse a due ruote! Ok, questo non era il suo round: Rea, sull’asciutto, è stato in difficoltà dal Venerdì al Sabato, in cui ha fatto il suo esordio in Superpole 1 e l’impressione è che, se Domenica non avesse piovuto, con un Chaz Davies così a posto la prima posizione non sarebbe stata alla sua portata. Il meteo avverso, questa volta, gli ha dato una mano e lui, come al solito, ha dimostrato di avere grossi attributi! In un round nettamente sfavorevole, Rea riesce comunque ad allungare le distanze da Sykes, poco importa se solo di un punto! Voto 9

MORALE Alex De Angelis sale sul secondo gradino del podio in gara due, prendendosi una bella rivincita sulle tante difficoltà vissute e portando l’Aprilia sul podio per la prima volta quest’Anno. Sull’asfalto insidioso e bagnato della pista tedesca il sammarinese guida preciso senza commettere errori e se il suo Compagno di squadra non fosse caduto il team Iodaracing avrebbe piazzato tutti e due i suoi piloti sul podio. Roba da libri di storia! Voto 8

CONCRETO Xavi Fores sale sul terzo gradino del podio in gara due e centra la top ten in gara uno. Lo spagnolo in sella alla Ducati del Team Barni domenica rifila oltre sei secondi all’ufficiale Chaz Davies e mette le ruote davanti a parecchi prestigiosi compagni! Voto 8

OTTIMO LAVORO Leon Camier chiude nella top 5 entrambe la gare, quinto in gara uno e quarto in gara due. L’inglese in sella alla MV Agusta qui in Germania dimostra talento e competitività sia sull’asciutto sia sul bagnato, perché è l’unico dei piloti in pista a piazzarsi nelle prime cinque posizioni in entrambe le gare. Quando la moto fa meno la differenza, Camier è spesso davanti! Voto 8

PROVE GENERALI Nicky Hayden in gara uno conquista il suo quarto podio dell’Anno, chiudendo poi sul bagnato decimo in gara due. L’ex iridato MotoGP è salito sul podio due volte nelle ultime tre gare e l’impressione è che l’Anno prossimo con la nuova moto il pilota americano sarà ancora più competitivo! Sempre più in crescita, voto 7,5

VEDI ANCHE


PALLA AL CENTRO Per Tom Sykes, dopo il secondo posto in gara uno con il distacco dal compagno di squadra sceso a 26 lunghezze, sembrava che la pratica Campionato 2016 fosse riaperta. Non è stato così e l’illusione è durata poco più di 24 ore, perché l’inglese in gara due cade subito chiudendo il primo giro in ultima posizione. Si rialza e, alla fine, passa dodicesimo sotto il traguardo dopo sedici giri tutti in rimonta. Mr Superpole continua comunque a dimostrare di essere l’unico possibile antagonista per la corsa all’iride 2016, ma la strada per lui è sempre più in salita! Voto 7,5

DUE VELOCITA’ Chaz Davies parte in pole, vince gara uno e chiude settimo gara due. L’inglese in sella alla Ducati numero sette sull’asciutto di sabato è un vero spettacolo e guida davvero come in pochi sanno fare. Domenica la pioggia lo tradisce e non trova un setting che gli permetta di poter, anche lontanamente, essere competitivo. In classifica di Campionato adesso è terzo a meno 98 dal leader e più 92 dal quarto van der Mark. Può quasi tornare in vacanza, perché per lui il 2016 è praticamente finito. Voto 10 per il Sabato, ma Domenica butta via l’occasione di poter riprendere punti importanti a Sykes che lo precede a 51 lunghezze. In generale per lui voto 7,5

CARPE DIEM Jordi Torres chiude quarto gara uno e cade in gara due dopo un fine settimana che lo ha comunque visto protagonista, almeno fino a quando la pista è stata asciutta. Lo spagnolo è un gran bel talento e qui può finalmente contare su una BMW che gioca la gara di casa, voto 7

GENEROSO Sylvain Guintoli torna in pista dopo uno stop di oltre quattro mesi. In Germania il pilota francese ex iridato 2014 chiude nono gara uno e quinto gara due, dopo una bella gara in rimonta. Dopo un lungo periodo di stop e l’infortunio, il numero 50 dimostra voglia di vincere. La sua moto non è ancora ai livelli della concorrenza, ma sotto al pioggia il gap si sente meno e lui da il suo 110%, voto 6,5. Meno concreto il suo compagno di squadra Alex Lowes, caduto in gara due e ottavo in gara uno. Per lui voto 4,5

ALLARME ROSSO Davide Giugliano arriva in Germania dopo quattro appuntamenti in cui è sempre salito sul podio. Questa pista non gli piace e lo dice subito, ma le sue prestazioni sono nettamente sotto le aspettative, soprattutto in gara uno in cui il compagno di squadra gli rifila quasi diciannove secondi. Domenica la Ducati numero 34 cade dopo soli tre giri e adesso l’italiano passa è sesto in Campionato con van der Mark che gli ruba la quarta posizione e Hayden quinto a una lunghezza di vantaggio. Voto 4,5

DOPPIO ZERO Lorenzo Savadori al Lausitzring aveva tutte le carte in regola per riportare l’Aprilia sul podio e il secondo posto di Alex De Angelis in gara due ne è stata la conferma. L’italiano domina il Venerdì e Sabato conquista la prima fila. Poi, in entrambe le gare, sia sull’asciutto sia sul bagnato, cade mentre era nelle posizioni di testa. Poteva essere un round da libri di storia, ma così non è stato. Voto 4

POTENZIALE INESPRESSO Markus Reiterberger lascia la gara di casa con un ritiro in gara uno e una caduta in gara due. Sulla carta il giovane talento tedesco in sella alla BMW gestita dal Team Althea era tra i favoriti, e il quarto posto di sabato del suo compagno di squadra ne è stata la riprova, ma per Reiterberger è stato un pesante nulla di fatto. Voto 4

AMORE FINITO Michael van der Mark lascia la Germania con un sesto e un ottavo posto. Il talento olandese qui in Germania fa una gara anonima e senza acuti. Si dice che l’atmosfera nel suo box sia molto tesa e che il suo team, Honda Ten Kate, olandese come lui, non abbia preso benissimo il suo passaggio in Yamaha l’Anno prossimo. Certo, questo non aiuta, ma in generale voto 5

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo in gara due al Lausitzring in Germania: 1) Jonathan Rea, Kawasaki; 2) Alex De Angelis, Aprilia; 3) Xavi Fores, Ducati; 4) Leon Camier, Mv Agusta; 5) Sylvain Guintoli, Yamaha; 6) Chaz Davies, Ducati; 7) Joshua Brookes, BMW; 8) Michael van der Mark, Honda; 9) Roman Ramos, Kawasaki; 10) Nicky Hayden, Honda; 11) Luca Scassa, Ducati; 12) Tom Sykes, Kawasaki; 13) Gianluca Vizziello, Kawasaki; 14) Pawel Szkopek, BMW; 15) Karel Abraham, Bmw; 16) Peter Sebestyen, BMW. NON CLASSIFICATI: Davide Giugliano, Ducati; Jordi Torres, Bmw; Anthony West, Kawasaki; Lorenzo Savadori, Aprilia; Markus Reiterberger, Bmw; Alex Lowes, Yamaha; Saeed Al Sulaiti, Kawasaki; Dominic Schmitter, Kawasaki.

COSI IN CAMPIONATO Piloti: Rea 393 punti, Sykes 346 punti, Davies 295 punti, van der Mark 203 punti, Hayden 195 punti, Giugliano 194 punti, Torres 168 punti, Camier 134 punti, Fores 119 punti, Savadori 110 punti, Lowes 102 punti, De Angelis 80 punti, , Guintoli 76 punti, Ramos 70 punti, Brookes 69 punti, Reiterberger 68 punti, West 55 punti, Abraham 33 punti, Canepa 30 punti, Baiocco 12 punti, Mahias 9 punti, Scassa 9 punti, Beaubier 6 punti, De Rosa 5 punti, Schmitter 5 punti, Vizziello 5 punti,  Szkopek 3 punti, Jones 2 punti, Hook 2 punti, Barrier 2 punti, Al Sulaiti 1 punto, Lussiana 1 punto. Costruttori: Kawasaki 466 punti, Ducati 367 punti, Honda 265 punti, BMW 187 punti, Yamaha 160 punti, Aprilia 152 punti, MV Agusta 134 punti. 


Pubblicato da Federico Maffioli, 19/09/2016
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox