REALE AVINTIA RACING

EREDITÀ STORICA Oggi lo conosciamo come Team Avintia Racing, supportato dallo sponsor Reale, ma in origine questa squadra con base a Madrid si chiamava By Queroseno Racing, anche conosciuto come Team BQR. Un reparto corse che aveva esordito nel mondo delle competizioni a due ruote nel 1994 e che aveva fatto il proprio debutto nel Motomondiale nel 2001 nella classe 125, estendendo poi il proprio impegno anche alla 250. La prima vittoria arrivò grazie a Scott Redding, che con la sua Aprilia ottavo di litro riuscì a salire sul gradino più alto del podio nel GP di Gran Bretagna 2008.

PRIMA LA MOTO2, POI LA MOTOGP Nel 2010, successivamente, avvenne l’esordio nella classe Moto2, mentre il debutto in MotoGP (e il cambio di nome in team Avintia) arrivò solamente nel 2012, con una CRT chiamata BQR-FTR affidata a Ivan Silva e Yonny Hernandez. Nel 2014 ci fu il passaggio alle Ducati Desmosedici, affidate per un biennio alla coppia Hector Barbera e Mike di Meglio, con quest’ultimo sostituito da Loris Baz nella stagione 2016. I due hanno proseguito insieme anche l’anno scorso, mentre per il 2018 il team spagnolo, diventato Avintia Racing, ha deciso di cambiare tutto puntando sui talenti di Xavier Simeon e Tito Rabat.

PILOTI 2018 REALE AVINTIA RACING

Héctor Barberá
Tito Rabat
Loris Baz
Xavier Simeon

TAGS: tito rabat motogp 2018 xavier simeon motomondiale 2018 team motogp 2018 team reale avintia racing 2018 team avintia motogp 2018