Autore:
Simone Dellisanti

POST OPERAZIONE "L'intervento è andato bene. Questa mattina, quando mi sono svegliato, mi sono sentito già meglio". Sono queste le prime parole rilasciate da Valentino Rossi dopo l'incidente mentre si allenava con una moto da enduro, in una pista vicino a Urbania. Il Dottore si è fratturato in maniera scomposta tibia e perone della gamba destra e l'infortunio ha richiesto, il prima possibile, un'operazione chirurgica. Dopo l'esame medico effettuato presso l'Ospedale Civile di Urbino, Rossi è stato trasportato presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona per l'intervento, che ha ridotto e fissato le fratture mediante un perno metallico. 

PRESTO IN SELLA Il nove volte campione del mondo ha poi aggiunto: "Vorrei ringraziare il personale dell'Ospedali Riuniti di Ancona, in particolare il Dottor Pascarella che mi ha operato. Mi dispiace molto per l'incidente. Ora voglio tornare sulla mia moto il più presto possibile. Farò del mio meglio per tornare in sella alla Yamaha".

PIU' DI UN MESE Al di la della volontà di Rossi di poter tonrare in sella, secondo lo staff medio ci vorranno ancora quattro giorni di ricovero e almeno trenta giorni di riposo per il recupero. Tempo prezioso che al numero 46 costerà molto caro, perché con questo stop forzato il pilota italiano sarà costretto a saltare sia il prossimo appuntamento di Misano sia quello successivo ad Aragon. A conti fatti il suo Mondiale si chiude definitivamente qui.


TAGS: operazione motogp valentino rossi infortunio dichiarazioni incidente rossi enduro rossi misano 2017