Autore:
Federico Maffioli

FUORI DAI GIOCHI Dopo solo quattro giri di libere nelle FP1 Andrea Iannone scivola e rientra ai box dolorante. Il pilota Ducati non scende in pista per le FP2 e dopo accertamenti clinici viene comunicato che Iannone salterà il GP a causa di una lesione alla terza vertebra toracica con l’ipotesi che il pilota di Vasto potrebbe saltare anche il prossimo appuntamento da Aragon. Non è ancora chiaro però, quello che farà il pilota di Vasto perchè ultime notizie dal box parlano di una forte volontà di Andrea Iannone a scendere in pista domani, ma sembrerebbe che la clinica mobile sia contraria ed ha rimandato a domani mattina la decisione finale sul dichiarare idoneo o meno Iannone alla gara. Inizio positivo, invece, per il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso che sigla il terzo tempo di oggi a soli 132 millesimi di ritardo dalla Yamaha numero 44.

TORNA IN ALTO Dani Pedrosa chiude in seconda posizione i due turni di libere del venerdì, fermando il cronometro sull’1.32.834 a soli 65 millesimi dal miglior crono del venerdì. Una buona prestazione qui a Misano per la Honda numero 26 che da un bel po’ di tempo non riusciva a fare meglio del suo compagno di squadra Marc Marquez, oggi quinto a 427 millesimi da Pol Espargarò.

NON UFFICIALE Dopo i primi due turni di libere è una Yamaha la più veloce del Venerdì di Misano, quella del Team Tech 3 di Pol Espargarò che sigla il miglior crono di giornata con il tempo di 1.32.769. Quarta posizione, invece per la prima moto ufficiale dei tre diapason, quella di Jorge Lorenzo che, con il meteo totalmente privo di nuvole chiude i primi due turni di libere a 287 millesimi dalla miglior prestazione di oggi. Più in ritardo il suo compagno di squadra Valentino Rossi, sesto a 618 millesimi da Pol Espargarò, più concentrato, però sulle soluzioni da utilizzare in gara che sul giro secco.

VICINI TRA LORO Le due Suzuki ufficiali di Maverick Vinales e Aleix Espargarò lasciano il venerdì di Misano rispettivamente in decima e undicesima posizione separati tra loro da soli 14 millesimi, ma in ritardo dal best lap di oggi dicirca nove decimi.

PRIMI DIECI Chiudono la lista dei primi dieci piloti, quindi quelli che virtualmente si qualificherebbero direttamente nelle Q2 di domani, Cal Crutchlow settimo con la Honda del Team LCR, Scott Redding ottavo son la Ducati del Team Pramac e, sempre Ducati per Hector Barberà nono, ma gestita del team Avintia.

CLASSIFICA COMBINATA Questi i tempi della classifica combinata dei primi due turni di libere al Gran Premio di San marino e della Riviera di Rimini a Misano Adriatico: 1) Pol Espargarò, Yamaha 1.32.769; 2) Dani Pedrosa, Honda 1.32.834; 3) Andrea Dovizioso, Ducati 1.32.901; 4) Jorge Lorenzo, Yamaha 1.33.056; 5) Marc Marquez, Honda 1.33.729; 6) Valentino Rossi, Yamaha 1.33.387; 7) Cal Crutchlow, Honda 1.33.500; 8) Scott Redding, Ducati 1.33.552; 9) Hector Barberà, Ducati 1.33.581; 10) Maverick Vinales, Suzuki 1.33.629; 11) Aleix  Espargarò, Suzuki 1.33.643; 12) Danilo Petrucci, Ducati 1.33.803; 13) Alvaro Bautista, Aprilia 1.33.846; 14) Michele Pirro, Ducati 1.33.885; 15) Stefan Bradl, Aprilia 1.34.126; 16) Jack Miller, Honda 1.34.143; 17) Alex Lowes, Yamaha 1.34.154; 18) Eugene Laverty, Ducati 1.34.457; 19) Andrea Iannone, Ducati 1.34.699; 20) Yhonny Hernandez, Ducati 1.34.719; 21) Tito Rabat, Honda 1.34.725; 22) Javier Fores, Ducati 1.36.046.


TAGS: motogp valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso marc marquez pol espargaro motogp2016 libere misano 2016 motogp prove libere motogp misano 2016 prove libere venerdì misano 2016 san marino andrea iannone infortunio misano 2016