Autore:
Federico Maffioli

PREDESTINATO “Vado a Silverstone per vincere”, così aveva dichiarato e così è stato. Maverick Vinales sbriga in poche curve la pratica “testa della corsa”, chiude diciannove giri al comando in solitaria fino al traguardo, riportando la Suzuki sul primo gradino del podio dopo quasi dieci anni e conquistando la quarta posizione in classifica generale ai danni di Pedrosa. Per il giovane ventunenne spagnolo la sua prima vittoria in MotoGP è un grande traguardo, ma, visto come ha vinto la Suzuki numero 25, ha tutta l’aria di essere più un punto di partenza! Con questa sono sette vincitori diversi nelle ultime sette gare. Voto 10

UPGRADE Cal Crutchlow per la terza volta nelle ultime quattro gare sale sul podio conquistando due secondi posti e una vittoria. Il pilota inglese è diventato molto più concreto, non cade più e nella gara di casa conquista pole e secondo posto finale. In pista lotta come un leone e adesso Honda è prima in classifica costruttori davanti a Yamaha. In questo risultato c’è tanta farina del suo sacco! Voto 9

GRANITICO Valentino Rossi chiude terzo la gara e ancora una volta dimostra di essere un classico della MotoGP, un animale da gara che non smette mai di lottare. Recupera solo tre punti a Marquez, ma oggi come allora vende cara la pelle! Voto 8

CALIENTE Marc Marquez a Silverstone non sale sul podio e chiude quarto la gara mantenendo comunque su Rossi 50 lunghezze di vantaggio in Campionato. Lo spagnolo in pista è più aggressivo, azzarda ed è meno calcolatore. Forse l’aver optato per il telaio 2014 (forse perché non è ben chiaro esattamente, si è parlato anche di una nuova soluzione) con cui ha sempre avuto una grande confidenza, ha fatto riemergere il Marquez “vecchia maniera” oppure, più semplicemente, sarà stato il sangue caliente che scorre nelle vene di Marquez, che si scalda soprattutto quando si trova Rossi davanti! Voto 7,5

BULDOZER Andrea Dovizioso taglia sesto il traguardo dopo una gara di sofferenza a causa della botta rimediata ad un ginocchio dopo una brutta caduta durante le qualifiche. Comunque non si tira mai indietro, Voto 7,5

NUMERO 5 Dani Pedrosa  conquista la quinta posizione e torna finalmente nella parte alta della classifica di gara. In Campionato, però, retrocede in quinta posizione a cinque lunghezze da Vinales. Lo spagnolo è autore di una bella gara e nelle fasi finali prova anche a resistere al compagno di squadra, purtroppo senza successo, voto 6

FLOP Andrea Iannone a Silverstone non raccoglie un risultato che poteva essere tranquillamente alla sua portata. In pista lotta con Rossi, Marquez e Crutchlow, conquista la seconda posizione, poi, a causa di problemi di affaticamento al braccio cade ed è costretto al ritiro. Per la gara era un nove sicuro, ma per il risultato finale voto 5

PUNTO INTERROGATIVO Jorge Lorenzo taglia ottavo il traguardo su una pista in cui è sempre andato bene. Niente gara bagnata, ma il Campione in carica anche a Silverstone lamenta problemi con le coperture Michelin. Sicuramente qualcosa non ha funzionato, ma con un risultato così lontano dei suoi standard è davvero difficile credere che il motivo sia solo il feeling con le gomme. Adesso Vinales è a meno 21 lunghezze da lui e se continua così rischia anche di perdere la terza posizione in Campionato. Da cinque gare consecutive non sale sul podio, voto 3

GLI ALTRI Danilo Petrucci nono al traguardo lottando anche contro i postumi di un incidente stradale, Voto 7,5; Alex Lowes, tredicesimo nella gara di esordio, voto 7; Alvaro Bautista, chiude nella top 10 voto 6,5; Eugene Laverty, parte sesto poi finisce dodicesimo in gara, voto 5.

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo della dodicesima gara 2016 di MotoGp a Silverstone: 1) Maverick Vinales, Suzuki; 2) Cal Crutchlow, Honda; 3) Valentino Rossi, Yamaha; 4) Marc Marquez, Honda; 5) Dani Pedrosa, Honda; 6) Andrea Dovizioso, Ducati; 7) Aleix Espargarò, Suzuki; 8) Jorge Lorenzo, Yamaha; 9) Danilo Petrucci, Ducati; 10) Alvaro Bautista, Aprilia; 11) Yonny Hernandez, Ducati; 12) Eugene Laverty, Ducati; 13) Alex Lowes, Yamaha; 14) Hector Barberà, Ducati; 15) Tito Rabat, Honda; 16) Jack Miller, Honda; 17) Scott Redding, Ducati. NON CLASSIFICATI: Andrea Iannone, Ducati; Stafan Bradl, Aprilia. NON PARTITI: Loris Baz, Ducati; Pol Espargarò, Yamaha.

COSI’ IN CAMPIONATO CLASSIFICA PILOTI: 1) Marc Marquez (SPA), 210 punti;2) Valentino Rossi (ITA), 160 punti; 3) Jorge Lorenzo (SPA), 146 punti; 4) Maverick Vinales (SPA), 125 punti; 5) Dani Pedrosa (SPA), 120 punti; 6) Andrea Iannone (ITA), 96 punti; 7) Andrea Dovizioso (ITA), 89 punti; 8) Cal Crutchlow (GBR), 86 punti; 9) Pol Espargaro (SPA), 81 punti; 10) Hector Barbera (SPA), 78 punti; 11) Eugene Laverty (IRL), 67 punti; 12) Aleix Espargaro (SPA), 60 punti; 13) Scott Redding (GBR), 54 punti; 14) Danilo Petrucci (ITA), 45 punti; 15) Jack Miller (AUS), 42 punti; 16) Bradley Smith (GBR), 42 punti; 17) Alvaro Bautista (SPA), 41 punti; 18) Stefan Bradl (GBR), 39 punti; 19) Tito Rabat (SPA), 27 punti; 20) Loris Baz (FRA), 24 punti; 21) Michele Pirro (ITA), 23 punti; 22) Yonny Hernandez (COL), 13 punti; 23) Alex Lowes. CLASSIFICA COSTRUTTORI: 1) Honda, 241 punti; 2) Yamaha, 238 punti; 3) Ducati, 172 punti; 4) Suzuki, 131 punti; 5) Aprilia, 59 punti. 


TAGS: valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso cal crutchlow danilo petrucci aleix espargaro motogp 2016 marc marquez alvaro bautista maverick vinales andrea iannone eugene laverty alex lowes dani pedrosa pagelle di silverstone motogp 2016 pagelle silverstone 2016 pagelle motogp inghilterra 2016