Autore:
Giulio Scrinzi

TANTE DIFFICOLTÀ Il suo obiettivo era quello di vincere con la Ducati Desmosedici proprio come aveva fatto Casey Stoner... ma finora i migliori piazzamenti che Jorge Lorenzo è riuscito a portare a casa da quando è approdato nel team di Borgo Panigale sono stati due terzi posti e una medaglia d'argento, tutti messi in bacheca l'anno scorso. Quest'anno, invece, la situazione è ancora più drammatica, dal momento che si trova bloccato in 14esima posizione in Classifica Piloti.

DELUSIONE ROSSA Viste le sue attuali performance, quindi, è lecito pensare che la sua avventura in sella alla Rossa sia ormai alle battute finali. A dare una prima indiscrezione ci ha pensato Claudio Domenicali all'inaugurazione del secondo Scrambler Ducati Food Factory, dove ha affermato che "Lorenzo è un grande pilota che non è riuscito a trarre il meglio dalla nostra moto. Una moto che ha grandi punti di forza e qualche punto di debolezza, purtroppo né lui né i tecnici sono riusciti fino ad oggi a far rendere al massimo il suo talento. Questa è una punta di amarezza che ci rimane".

RITORNO IN YAMAHA? Ma a questo punto, quale sarà il futuro in MotoGP di Jorge Lorenzo? Secondo la Gazzetta dello Sport è emersa un'indiscrezione per cui il pilota maiorchino potrebbe ritornare l'anno prossimo in un team Yamaha satellite sponsorizzato dalla Petronas, con al fianco il malese Hafizh Syahrin.Dietro le quinte si sta lavorando senza sosta: il piano è creare una nuova squadra che subentri al team Marc VDS – cita la Gazzetta dello Sport - La moto dovrebbe essere una Yamaha sponsorizzata dalla malese Petronas che, oltre a Lorenzo, schiererebbe anche il suo pilota Hafiz Syahrin, oggi compagno di Johann Zarco sulla M1 del team Tech3”.


TAGS: motogp jorge lorenzo motogp 2018 team ducati motogp jorge lorenzo 2018