Pubblicato il 12/11/20

RICAMBIO GENERAZIONALE La stagione 2020 di MotoGP ha lanciato definitivamente una nuova generazione di piloti e tanti dei protagonisti dello scorso decennio stanno man mano lasciando spazio ai nuovi talenti. Negli ultimi anni abbiamo già salutati campioni del mondo come Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa, mentre nel 2021 altri nomi importanti stanno per lasciare la scena. Parliamo in particolare di Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso e curiosamente i loro progetti futuri si sono in parte incrociati con quelli del Grande Assente di quest'anno, Marc Marquez.

MISTERO MARQUEZ Lo spagnolo è ancora alle prese con i postumi dell'infortunio al braccio destro e le sue condizioni di salute, nonostante le smentite della Honda, rimangono un mistero. Le voci su un terzo intervento, con l'obiettivo di scongiurare il rischio di pseudoartrosi omerale, continuano a rincorrersi. Nei giorni scorsi Marquez ha confermato che per quest'anno non parteciperà più ad alcuna gara, una prospettiva che non sorprende più ma che non era assolutamente nelle previsioni iniziali. Una nuova operazione comporterebbe una riabilitazione lunga che lo terrebbe lontano dalla pista anche nei primi mesi della nuova stagione. Il prolungarsi della sua assenza allunga così ombre anche sul 2021, tanto che la stessa Honda sta cominciando a pensare a un piano B sul pilota da affiancare al nuovo arrivato Pol Espargaró.

CRUTCHLOW SI CHIAMA FUORI, DOVI ATTENDE La scelta iniziale della casa giapponese è ricaduta su Cal Crutchlow, che la RC213V la conosce bene grazie alla sua lunga militanza nel team LCR Honda. Il britannico ha però rifiutato l'offerta, preferendo la proposta di diventare tester per la Yamaha con un ricco contratto, che si vocifera essere attorno ai 350mila euro. Ruolo di tester che invece non interessa ad Andrea Dovizioso, come lui stesso ha spiegato nei giorni scorsi parlando dei suoi programmi per il 2021. L'attuale pilota della Ducati rimane senza contratto ed è formalmente fuori dalla MotoGP e nel suo posto sui social ha spiegato: ''Tornerò quindi in MotoGP se e quando troverò un progetto guidato da altrettanta passione e ambizione e all’interno di un’organizzazione che condivida obiettivi, valori e metodo di lavoro''. Il progetto potrebbe essere proprio quello della Honda, squadra con cui Dovizioso ha già corso in classe MotoGP dal 2008 al 2011.


TAGS: honda motogp dovizioso marquez 2021