Pubblicato il 08/12/20

Se circa un anno fa parlare di Zontes corrispondeva a parlare di un vero e proprio fenomeno di mercato, adesso parlare di ''moto cinesi'' non è più un tabù. Zontes è in Italia da circa un anno, tant’è che a febbraio ho messo mano sulla 310 V, cruiser dall’incredibile personalità: il tutto mentre il Coronavirus sembrava un’apparente influenza stagionale. Bene, eccoci qui dopo diversi mesi a parlare non solo di Covid-19, ma anche di un’altra Zontes: la più piccola ma ancora più intrigante Z 125-U. 

 

ZONTES ZT 125-U: DESIGN E DOTAZIONE DI SERIE

Zontes ZT 125-U

L’avvento è già iniziato: sia quello che porta al Natale, sia quello relativo al ''fenomeno'' Zontes, brand dal lontano oriente che gli italiani potranno scegliere senza essere “additati” dal resto del mercato di aver comprato un’economica moto cinese. Perchè? La Zontes sta entrando nel collettivo come una moto dal look intrigante, equipaggiamento d’alto livello e prezzo competitivo. Non solo se si parla di 310 cc, ma anche nel caso delle ottavo di litro: la 125-U sembra uscita dal film “Predator” per via del suo muso estremamente compatto e spigoloso, la coda sottilissima e un serbatoio caratterizzato da linee spezzate. Non assomiglia a nessun’altra moto in commercio, sia per lo stile sia per l’equipaggiamento di serie: chiave elettronica per l’accensione, blocchetti del manubrio retroilluminati, protezioni per leve di freno e frizione, due mappe motore (Eco e Sport). Davanti al guidatore c’è un display LCD con caratteri neri su sfondo bianco: ben leggibile e completo delle informazioni base (marcia inserita, livello della benzina, temperatura liquido di raffreddamento, contakm parziali).

ZONTES ZT 125-U: MOTORE E CICLISTICA

Zontes ZT 125-U

Dal lato tecnico, la Zontes 125-U si presenta con un telaio in acciaio nel quale è incastonato un monocilindrico Euro5 a 4 tempi, raffreddato a liquido, da 124,7 cc capace di erogare 14,7 CV (10,8 kW) a 8.500 giri/min e 13 Nm a 7.000 giri/min. Il cambio è manuale a sei marce, il serbatoio è da 12,6 litri mentre la ciclistica si completa con una forcella a steli rovesciati, monoammortizzatore posteriore e freno anteriore ad attacco radiale con disco singolo. Gli pneumatici CST calzati su cerchi da 17” hanno sezione 110/70 e 130/70. Il tutto pesa attorno ai 128 kg a secco, che salgono a 138 in ordine di marcia.

ZONTES ZT 125-U: POSIZIONE IN SELLA

Zontes ZT 125-U

Salire in sella alla Zontes è facile come ci si aspetterebbe da un 125: la sella alta 78 cm da terra è anche abbastanza stretta al cavallo, così da favorire anche chi non è eccessivamente alto. Tuttavia, per colpa di una sella che non lascia troppo movimento longitudinale e un manubrio largo, ma un po’ basso, ci si ritrova con una posizione non eccessivamente comoda. O meglio: se siete “un uomo, di razza bianca caucasica” - come direbbe l’onorevole Nullazzo - sotto ai 175 cm allora potrete guidare senza la schiena troppo inarcata. Eccezion fatta per questo piccolo neo, la Zontes mi ripaga con una qualità dei materiali tutto sommato in linea con quello delle 125 premium europee… ma con oltre 1.000 euro di differenza!

ZONTES ZT 125-U: COME VA, PREGI E DIFETTI

Zontes ZT 125-U

Se volete avere gli occhi addosso a ogni semaforo, la piccola Zontes è sicuramente adatta a voi. Anche se, quando scatta il verde, la maggior parte dei “rivali” scatterà via con più decisione. Il motivo è un motore un po’ sornione nella parte bassa del contagiri: la ZT 125-U bisogna portarla ai medio/alti per godere di tutta la potenza e – quindi – potersi godere un po’ quello che offre il monocilindrico 4 tempi. Tirando sempre ogni marcia, tuttavia, porta a un conseguente innalzamento dei consumi che si attestano attorno ai 25 km/l in un tratto di strada urbano ed extra-urbano. Siamo sicuri che, con un’andatura più blanda e la mappa Eco (che riduce parzialmente la verve del motore) raggiungere “quota 30” (km/l) sia assolutamente possibile. Se volete fare un giro fuori porta, il comfort di marcia è tutto sommato buono: la sella è comunque ben imbottita e le vibrazioni si avvertono solamente se si viaggia verso la zona alta del limitatore.

Zontes ZT 125-U

Il comparto ciclistico invece si caratterizza da sospensioni dalla taratura azzeccata: sostengono bene alle andature più elevate, ma al contempo digeriscono il pavè cittadino più difficile. Di buon livello anche il cambio, con innesti molto morbidi e tutto sommato precisi, mentre la frizione ha bisogno di un “periodo di praticantato” visto lo stacco un po’ corto. I freni, purtroppo, sono uno dei due aspetti ciclistici che non mi ha convinto a fondo: c’è l’ABS – un dettaglio non da poco su una 1/8 di litro – ma è particolarmente invasivo poiché, per avere tanta potenza frenante, bisogna strizzare a fondo la leva destra. Il secondo aspetto che non mi ha convinto sono gli pneumatici CST di primo equipaggiamento: hanno una forma molto omogenea e trasmettono fiducia solamente quando l’asfalto non è perfetto e in temperatura, in qualsiasi altra condizione se si accentua l’angolo di piega non regalano un ottimo feeling…

ZONTES ZT 125-U: CONCLUSIONE E PREZZO

Zontes ZT 125-U

In conclusione, la Zontes 125-U non è di certo la naked ottavo di litro più performante e ciclisticamente all’avanguardia che ci sia: in questi campi, le europee fanno di meglio. Ma se il vostro uso principale è il tragitto casa-scuola, con un utilizzo prettamente cittadino e – soprattutto – volete spendere 2.790 euro (ovvero oltre 1.000 euro in meno rispetto ad altre 125 più blasonate) ma senza rinunciare alla dotazione di serie, questa piccola Zontes fa assolutamente al caso vostro. Anzi: con quello che risparmierete, potrete chiedere anche un Iphone nuovo!  

ZONTES ZT 125-U: SCHEDA TECNICA

Zontes ZT 125-U

  • MOTORE Monocilindrico, 4 tempi, raffreddato a liquido, Euro5
  • CILINDRATA 124,6 cc
  • POTENZA 14,7 CV a 8.500 giri/min
  • COPPIA 13 Nm a 7.000 giri/min
  • PESO 138 kg o.d.m.
  • SERBATOIO 12,6 litri
  • PREZZO 2.790 euro

TAGS: prova naked come va zontes Euro5 Novità 2021 Zontes ZT 125-U