Pubblicato il 13/10/20

PRONTO ALLA GIUNGLA URBANA E io chi sarei?”. Ecco come continuerebbe la famosa citazione del film “Full Metal Jacket”, con il sergente Hartman che prontamente chiede “chi diavolo ha parlato?”. In questo caso, siete voi il Sergente di turno, che vi chiedete chi sia Jonway MJS-E Sport, il protagonista della nostra prova. Una breve introduzione è necessaria: Jonaway è un brand cinese importato da Italy2Volt che, a metà 2020, ha aggiornato il proprio scooter elettrico MJS-E con una versione più potente e sportiveggiante. L’abbiamo usato in lungo e in largo, cercando di capire il potenziale di questo scooter e gli eventuali limiti della mobilità elettrica su due ruote.

DESIGN

Jonway MJS-E Sport

A prima vista il Jonway sembra un normalissimo scooter di media cilindrata: il look è caratterizzato da grandi fanali a LED, anteriori e posteriori, con un ampio scudo dallo stile spigoloso e affilato. Anche visto lateralmente e da dietro il Jonway sembra un maxi scooter, ma non appena si nota il “vuoto” del motore termico si capisce subito che l’MJS-E si muove esclusivamente in elettrico. Peccato che, esteticamente parlando, le ruote da 14” davanti e dietro, entrambe con sezione 130/60, stonano un po’ con le sovrastrutture abbondanti di questo scooter.

FINITURE

Jonway MJS-E Sport

Come ogni scooter che si rispetti, la praticità è al primo posto. Sotto alla sella c’è un vano molto ampio, dal fondo regolare e ben sfruttabile: un casco integrale o due caschi jet ci stanno senza problemi. E c’è dello spazio che avanza, utile per portarvi appresso il cavo per ricaricare la batteria da 6,7 kWh (nascosta proprio lì sotto). Dietro allo scudo invece ci sono due sportellini: quello di destra è un pratico vano portaoggetti, quello di sinistra nasconde la presa per la ricarica. Il MJS-E Sport è il più performance scooter elettrico firmato Jonway: la potenza nominale è di 13,6 CV, tant’è che è idoneo per la guida con patente A1, mentre il picco di potena massima è di 25,43 CV. La velocità massima della versione Sport è di 130 km/h. Nonostante questi dati, lo scooter non può essere utilizzato in autostrada e strade statali.

PRATICITÀ

Jonway MJS-E SportLe finiture del Jonway MJS-E non sono da scooter premium, ma la considererei mediamente buone. Il materiale delle sovrastrutture, dei rivestimenti dello scudo e dei blocchetti è in plastica un po’ grezza ma, onestamente, non le ho trovate di scarsa qualità. Anzi, la sella con effetto “fibra di carbonio” con dettagli rossi regala un aspetto sportivo ed è anche bella da vedere. Un po’ troppo “cheap” a mio avviso il doppio display LCD con sfondo blu: in una giornata di sole la visibilità è scarsa, e soprattutto… manca l’orologio! Sul display di sinistra c’è i livello di carica (10 tacche) e la velocità, a destra invece c’è il trip, la modalità di guida e la quantità di potenza erogata dal motore elettrico.

POSIZIONE IN SELLA E MODALITÀ DI GUIDA

Jonway MJS-E Sport

Salgo in sella al Jonway e la prima cosa che noto è l’altezza da terra: 80 cm da terra che, abbinato alla “vita” un po’ ampia della moto, non mi permettono di toccare con perfettamente con entrambi i piedi saldamente a terra. Non è proprio l’ideale per gestire i 200 kg di peso in fase di manovra. Ma poco male, perché le manovre sono facilitate dalla retromarcia: basta mettere il tasto rosso su R, girare il gas e lo scooter magicamente accelererà all’indietro. In marcia “Drive” la risposta del gas è morbida nella modalità di guida 1: velocità massima di 40 km/h, autonomia di quasi 200 km, ideale se dovete muovermi città altamente congestionate. Quella più utilizzata è la 2, ovvero la “standard”, con una risposta del gas un po’ più aggressiva e una velocità massima di 90 km/h; lo spunto è abbastanza buono per sorpassare senza problemi in città. La 3 invece è quella più sportiva: il motore sprigiona tutta la sua potenza, l’erogazione è più aggressiva e c’è tantissimo “on-off”, che nel traffico e nelle ripartenze è piuttosto fastidioso. Utilizzare questa mappatura però permette di raggiungere i 130km/h di velocità massima. Ed è un peccato non poterlo fare, perché l’MJS-E ad alte velocità offre una buona protezione dell’aria, la posizione di guida è confortevole: sembra di guidare uno scooter di media cilindrata. Nel più totale silenzio. Anche il passeggero è molto comodo per via di un’abbondante porzione di sella imbottita e due maniglie ergonomiche.

CONSUMI, AUTONOMIA E TEMPI DI RICARICA

Jonway MJS-E Sport

I consumi cambiano tanto a seconda della mappatura usata e delle strade che percorrete. In città, con mappa ECO, si possono superare tranquillamente i 150 km di autonomia prima di restare con il 0%, mentre se usate la mappa 2 o 3 per un trasferimento extraurbano (come può essere un tradizionale casa-lavoro) allora l’autonomia stimata è di circa 100 km. Di per sé non è tanto, ma se dovete soltanto andare e tornare dall’ufficio può essere più che sufficiente. L’importante è che vi ricordiate di metterlo in carica quando tornate a casa: se siete al 20% di carica (2 tacche residue sul display) la moto ci mette circa 5 ore per ricaricarsi con una normalissima presa 220 schuko di casa. Il costo medio per un pieno di elettricità è di poco inferiore ai 2 euro.

DIFETTI

Jonway MJS-E Sport

Ci sono alcuni difetti di questo Jonway che, se risolti, potrebbero rendere l’MJS-E Sport un prodotto di altissimo livello: probabilmente, il migliore della sua categoria. Il primo riguarda le sospensioni. La loro risposta è decisamente secca e poco comfortevole su pavè e buche, un problema riscontrato sia per la forcella sia per il doppio ammortizzatore posteriore. È un vero peccato, perché l’MJS-E Sport si guida anche bene tra le curve: è stabile, preciso e offre una discreta fiducia quando siete in percorrenza. L’altro riguarda la frenata: il sistema non spicca per potenza, mentre il sistema CBS non offre la sicurezza che garantirebbe un ABS, soprattutto in città e sul bagnato.

PREGI, CONSIDERAZIONI FINALI E PREZZO

Jonway MJS-E Sport

In conclusione, il Jonway MJS-E Sport mi è piaciuto perché lo reputo un buon commuter pensato per chi vive la città tutti i giorni e che magari ha solo la patente B e che, quindi, non potrebbe guidare scooter con motore superiore ai 125 cc. Questo Jonway ha prestazioni paragonabili sicuramente a scooter con cilindrate tra i 200 e i 300 cc visto l’ottimo spunto e la buona velocità massima. Il prezzo di listino è di 7.299 euro, ma grazie a incentivi e bonus, il cartellino può scendere attorno ai 5.000 euro: decisamente più elevato di un 125 cc. Quello che vi offre, proprio come le prestazioni, è da scooter più grande. Il neofita non deve farsi spaventare dal peso o dalla risposta dell’acceleratore un po’ brusca all’inizio, questo perché basta un breve tratto di strada per prendere le misure e poter destreggiare nel traffico.

JONWAY MJS-E SPORT: SCHEDA TECNICA

Jonway MJS-E Sport

 

Jonway MJS-E

Jonway MJS-E Sport

Omologazione

L3e-A1 (come un 125 cc)

Motore

Elettrico brushless

Posizione motore

Nella ruota posteriore

Potenza nominale CV (kW)

6,8 CV (5.0 kW)

13,6 CV (10,0 kW)

Potenza massima CV (kW)

13,6 CV (10,0 kW)

25,43 CV (18,7 kW)

Rigenerazione in frenata

SI

Trasmissione

Diretta

Batteria

Fissa, agli ioni di litio

Tensione

72 V

Capacità

85 Ah / 6,7 kWh

Tempo di ricarica

Circa 6 ore

Peso batteria

62 kg

Autonomia

150 km

110 km

Telaio

Tubolare in acciaio

Sospensione anteriore

Forcella telescopica idraulica

Sospensione posteriore

Doppio ammortizzatore idraulico

Freno anteriore

Disco singolo Ø 240 mm

Freno posteriore

Disco singolo Ø 220 mm

Assistenza alla frenata

Frenata combinata

Pneumatico anteriore

130/60 14”

Pneumatico posteriore

130/60 14”

Velocità massima

110 

130 km/h

Lunghezza

2.170 mm

Passo

1.580 mm

Larghezza

785 mm

Altezza sella

800 mm

Peso (ODM)

200 kg


TAGS: prova consumi scooter elettrico come va pregi e difetti Jonway MJS-E Sport