News

POLARIS RZR, il quad con volante e sedili


Avatar Redazionale , il 14/03/07

14 anni fa -

Prendi un quad togli sella e manubrio e metti sedili e volante. La trasformazione è ovviamente un po' semplicistica ma il principio che ha portato alla creazione del Ranger RZR è più o meno questo.


PRONTO A TUTTO
Scegliete pure il terreno più impegnativo, ma state lontani dalle strade. Fuoristrada al limite, percorsi impossibili. Il Ranger che Polaris presenta per il 2007, è nato per soddisfare gli spiriti avventurosi. Avete già un po' di acquolina in bocca? Vi vengono in mente percorsi super sconnessi e il vento che vi soffia addosso? Siete sulla strada giusta.

RIDOTTO ALL'OSSO, ANZI AL TELAIO Certo, in estetica non si può dire che brilli particolarmente. D'altra parte qualcosa bisogna pur sacrificare per dedicarsi all'off road più sfrenato. Il RZR è, infatti, vestito quel tanto che basta per ospitare fari e frecce. Più che un quad il ranger è una piccola auto fuoristrada, è dotata di due sedili avvolgenti, cinture di sicurezza di tipo automobilistico, volante ed un robusto roll-bar a protezione dei due passeggeri.

BAGAGLIAIO Infine c'è la possibilità di trasportare del bagaglio: un capiente cargo box posteriore può ospitare valige, taniche e per gli amanti del campeggio, tenda e viveri.


DIMENSIONI DA QUAD
Un vero fuoristrada ultra compatto quindi, le dimensioni sono quasi allineate con quelle dello Sportsman: 2590 mm di lunghezza, 1270 di larghezza e 1752 di altezza con un interasse di 1955 mm. Il telaio, tubolare in acciaio vede posizionato posteriormente, di traverso, un motore bicilindrico da 760 cc, alimentato mediante un sistema ad iniezione elettronica. Il cambio è a variazione continua con retromarcia e riduttore.

TUTTO AUTOMATICO Il Ranger è un automatico a tutto tondo, il pilota deve solo dare gas e girare il volante perché il Ranger poi fa tutto da solo. Anche la trazione integrale è gestita automaticamente: quando serve tirano tutte e quattro le ruote, in condizioni di aderenza normale, invece, lavorano solo le ruote posteriori. Le sospensioni sono di tipo indipendente: davanti a doppio triangolo sovrapposto e posteriormente a bracci oscillanti.

PRESTO IN ITALIA Discrete anche le prestazioni: la casa dichiara una velocità massima di circa 90 km/h ed un'accelerazione da 0 a 55 km/h in 4 secondi. La commercializzazione del Ranger RXR è prevista, negli Stati Uniti, per fine estate, ma questo quadriciclo (così dovrebbe essere omologato)dovrebbe arrivare in Italia entro il 2007. Lo potremo certamente vedere allo stand Polaris durante i saloni autunnali.


Pubblicato da Franco Gilardi, 14/03/2007
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox