Autore:
Andrea Rapelli

LE SCRAMBLER IN TESTA Non è ancora sbarcata sul nostro mercato eppure la Yamaha SCR950, scrambler dei tre Diapason presentata ad Intermot 2016, fa già parlare di sè. Il motivo? Ci ha messo le mani Jeff Palhegyi, uno che, negli ultimi 20 anni, ha tirato fuori qualcosa come 70 one-off. Risultato, ecco una SCR950 decisamente speciale, che entra di diritto a far parte della famiglia Faster Sons.

IL TRIANGOLO SI' Il punto era trovare un'interpretazione di scrambler che Jeff non avesse ancora sfruttato nella sua lunga carriera di customizer. Anche per questo motivo, probabilmente, il concetto originario della SCR950 non è stato stravolto. Il telaietto posteriore è nuovo e sorregge una sella triangolare con tessuto borchiato mentre le sospensioni posteriori sono performanti Fox RC1 Podium.

ODE AL TASSELLO Gran parte dell'appeal fuoristradistico arriva dai parafanghi corti e dai pneumatici tassellati - montati su cerchi a raggi Ride Wright - ma anche le tabelle portanumero e gli scarichi alti e corti hanno il loro bel merito. Belle anche le guancette in pelle ai lati del serbatoio, così come il manubrio Renthal con paracolpi rivestito in pelle Duane Ballard Custom. Per un'interpretazione sottile ma stilosa della scrambler Yamaha.

 


TAGS: Yamaha SCR950 yamaha scr950 jeff palhegyi yamaha scr950 special