OSSIMORO Qualche anno fa, durante EICMA, rimasi colpito dal progetto di un gruppo di giovani italiani che, prendendo in mano il loro destino, mollarono il “posto fisso” in un’aziendina di automobili modenese (Ferrari) per mettersi in proprio e creare Vins. Grazie alle loro conoscenze si lanciarono nel progetto Duecinquanta: una duemmezzo due tempi con telaio in fibra di carbonio… Una follia nell’epoca green che stiamo vivendo, ma non per loro. Ma siccome sono ragazzi intelligenti, sanno che l’elettrico è una nicchia che potrebbe diventare massa, anche su due ruote, ed ecco che al fianco della due tempi – grazie alla collaborazione con Zero Motorcycles – arriva la Vins EV-01.

SOTTO TRACCIA Avete presente l’effetto profumeria? Troppe fragranze mischiate potrebbero farvi perdere la traccia di quella che state cercando. A EICMA funziona un po’ allo stesso modo: tantissime novità e qualcuna rischia di finire nel gruppone, senza emergere. Alla Vins EV-01 è successo questo, ma siccome è un progetto davvero interessante mi sembra giusto, a distanza di un paio di mesi, puntar nuovamente i riflettori su di lei.

L’UNIONE… Tutti, giovani e meno giovani, abbiamo verso le 250cc a due tempi un’attrazione viscerale. La Duecinquanta di Vins ricorda la filosofia delle moto degli anni ’80-’90: leggerezza e potenza sapientemente bilanciate che portano ad un’esperienza di guida quasi da moto racing. Con la 01 si provano le stesse sensazioni, anche perché la base tecnica è la stessa, con la sola differenza nel cuore. La EV-01 sfrutta infatti lo stesso telaio monoscocca in fibra di carbonio della sorella “tradizionale”, al posto della classica forcella un sistema a doppi triangoli sovrapposti e un forcellone di tipo push rod con mono a doppia attuazione. Al posto del bicilindrico a V di 90° da 250 cc e 80 cv (nella versione omologata) trova posto il motore Zero ZF75-5 capace di circa 70 cv e 150 Nm, il tutto con meno di 170 kg da spingere… mica male.

PRESTAZIONI E AUTONOMIA Con un tale rapporto peso potenza e il vantaggio della prontezza di risposta del motore elettrico non sorprende che la EV-01 di Vins superi di slancio i 200 km/h e sia velocissima sullo 0-100. Trattandosi di un veicolo elettrico non ci si può esimere dal comunicare capienza delle batterie e tempi di ricarica. Le batterie hanno 14 kWh di capacità e si ricaricano al 100% in 2,5 ore se si usa il fast charger (optional) oppure 9,5 ore tramite una presa di corrente tradizionale. L’autonomia dichiarata in modalità ECO è di 280 km, ma come già succede per i modelli Zero e le elettriche in generale, viene influenzata dallo stile di guida e dalla mappatura selezionata tra le 3 disponibili, Sport, Eco e Custom. Essendo ancora un prototipo disponibilità e prezzi sono ancora sconosciuti ma se arrivasse in commercio sarebbe sicuramente un’oggetto esclusivo, da oltre 30.000 euro.

 

 

SCHEDA TECNICA:

Vins EV-01

 

Motore

Zero Motorcycles

Capacità batteria

14 kWh circa

Potenza massima

> 70 CV

Coppia massima

> 150 kW

Velocità massima

200 km/h circa

Telaio

Monoscocca in fibra di carbonio

Angolo inclinazione sterzo

23° regolabile

Monoammortizzatore

Schema a doppia attuazione di tipo push-rod

Freni

Ant: doppio disco da 300 mm / Post: disco singolo da 220 mm

Misure gomme

120/70 17” – 160/60 17”

Peso

< 170 kg

Interasse

1.380 mm

Rapporto peso/potenza

O,4 CV/kg circa

Ricarica standard

9,8 ore (100%) – 9,3 ore (95%)

Con caricatore rapido

2,5 ore (100%) – 2 ore (95%)

 


TAGS: zero motorcycles vins vins ev-01 vins ev01 vins ev-01 eicma vins ev-01 eicma 2019 vins ev-01 scheda tecnica