Novità moto
Danilo Chissale in sella alla Triumph Street Triple RS

Triumph Street Triple RS:
la naked inglese mostra i muscoli

La Triumph Street Triple RS 2020 è tutta nuova: motore da 123 CV, stile evoluto, connettività con app per smartphone. La prova su strada

26 0
Autore:
Danilo Chissalè

BALZO DI QUALITÁ Rinnovarsi quando si rappresenta il top della classe è difficile, quasi impossibile. Triumph è convinta di esserci riuscita con la nuova Street Triple RS MY 2020, l'ultima arrivata di una dinastia di naked a 3 cilindri portata al debutto dalla Casa di Hinckley nel 2007. Stiamo parlando di una rivisitazione completa che rinnova forme, stile e carattere e non tralascia di certo le performance. La nuova Street Triple RS punta dunque a riconfermarsi come riferimento della categoria con una serie migliorie pensate appositamente per sottolineare ancor di più le doti di maneggevolezza e precisione di guida che da sempre la contraddistinguono.

NUOVO LOOK Ad un occhio distratto potrebbe sembrare tutto invariato, ma così non è. Il restyling della nuova Street Triple RS è volto a presentarla sotto una veste ancora più riconoscibile. I fari a Led e con tecnologia DRL sono stati ridisegnati con una forma più distintiva: e in più migliorano nettamente la visibilità notturna. Le sovrastrutture sono più spigolose e pulite: il nuovo cupolino e le prese d’aria sono pronunciate e contribuiscono a definire l’anteriore, mentre i convogliatori laterali, il codino posteriore, l’unghia coprisella e il puntale sono stati profondamente modificati ottenendo un design esclusivo.

DISPLAY TFT E APP MYTRIUMPH Anche la strumentazione si è evoluta, guadagnando funzionalità avanzate, tutte gestibili attraverso lo schermo TFT a colori dietro il cupolino e il sistema di connettività MyTriumph già installato e pronto per essere utilizzato via Bluetooth (opzionale). Questa miglioria consente l'interazione con le videocamere GoPro, la navigazione turn-by-turn le telefonate e la musica tramite lo schermo e il joystick multifunzione. Il rinnovamento delle grafiche però non mi ha convinto molto inquanto poco leggibili e complesse... Le vecchie grafiche erano di gran lunga più fruibili, d'altronde non sempre nuovo significa migliore. La nuova Street Triple RS è presentata in due diverse combinazioni di colori: Matt Jet Black e Aluminium Silver con il telaio in Titanium Silver, come la gamma Speed Triple.

nuovi fari Triumph Street Triple Rs 2020

MOTORE RUGGENTE L’allestimento RS di questa naked è la versione più ricca di tutta la gamma Street Triple -  che si confermerà anche nelle versioni S ed R -  e monta il nuovo motore a tre cilindri 765 sviluppato in collaborazione con i team del mondiale di moto2. Gli aggiornamenti del motore includono un nuovo albero a camme, ottimizzato per maggiori prestazioni ai medi regimi e componenti come albero motore, frizione e contralbero di bilanciamento alleggeriti per una riduzione della massa complessiva del motore. Il nuovo silenziatore è progettato per migliorare il flusso dei gas di scarico grazie al sistema a doppio catalizzatore, che permette anche l’omologazione della Street Triple RS alle normative Euro 5. State sereni, il sound caratteristico della Street Triple è rimasto, è solo un po' più ovattato.nm 

CAMBIO QUICKSHIFT Il cambio della nuova Street Triple RS ha i rapporti di prima e seconda marcia accorciati. La frizione antisaltellamento, ereditata dalla precedente versione e abbinata al cambio elettroattuato Triumph Shift Assist, assicura innesti più fluidi e una più precisa gestione delle cambiate sia in salita sia in scalata. Le cinque modalità di guida Road, Rain, Sport, Track e Rider (personalizzabile) sono state ottimizzate e regolano la risposta di acceleratore, Abs e controllo di trazione e possono essere facilmente selezionate durante la guida. La modalità Rain limita la potenza a 100 CV per una maggiore sicurezza. Street Triple RS eredita dal modello precedente il sistema ride-by-wire, l’Abs regolabile e il controllo di trazione disinseribile.

Triumph Street Triple RS 2020

OK, MA POTENZA E COPPIA? Davvero un pacchetto tecnico molto evoluto, quindi tutto bello, tutto preciso e tutto nuovo. Ma quanta potenza e coppia hanno spremuto dal nuovo tre-in-linea inglese? Eccole nero su bianco: l’affinamento tecnico ha permesso di toccare la bellezza di 123 CV a 11.750 giri/min e 79 Nm a 9.350 giri/min. A livello ciclistico, la nuova Street Triple RS monta una forcella Showa big piston da 41 mm completamente regolabile, con escursione di 115 mm, e al posteriore un monoammortizzatore Öhlins STX 40 completamente regolabile e con serbatoio separato, la cui escursione è di 131 mm. Anche l’impianto frenante si avvale di componentistica al top, la Street Triple RS è dotata di pinze anteriori monoblocco radiali Brembo M50 a 4 pistoncini, una pompa freno Brembo MCS con leva regolabile, oltre ad una pinza posteriore scorrevole Brembo. Infine, gli pneumatici di prima dotazione sono Pirelli Diablo Supercorsa SP V3, ovverosia le prestazioni di uno pneumatico da pista, ma omologato per la strada.

COLORI E PREZZO Per staccare l'assegno e mettersi nel box una fiammante Triumph Street Triple RS ci sarà da attendere dicembre 2019. Nel frattempo potrete scegliere se la preferite in colorazione argento/bianco/rossa come l'esemplare che abbiamo testato qui a Cartagena oppure in nero/bianco/giallo. Ovviamente, come da tradizione Triumph , non mancano gli accessori per personalizzare e rendere ancor più eclettica la naked di media cilindrata britannica. 

IN SELLA L'ergonomia vincente della precendente versione viene traslata nella sua totalità sulla nuova steet triple rs 2020. La posizione di guida è sportiva e raccolta, ma non estrema, ideale per fare anche del turismo a medio raggio. Il manubrio è proprio lì dove lo vorresti, così come le pedane, almeno su strada. Gli specchietti ai lati del manubrio invece devono piacere, se amate impugnare il manubrio verso la sua estremità potreste trovarvi in impaccio.

FACILE FACILE Da sempre la Steet Triple RS è il punto di riferimento per piacere di guida e facilità. La versione 2020 rimane al vertice in queste due voci: fin dai primi metri ti mette a tuo agio con la sua facilità. È agile e leggera (solo 166 kg a secco), ma mai nervosa ed il motore è fluido e pastoso, come solo ogni tre cilindri di Hinckley riesce ad essere.

MIGLIORATA Le modifiche apportate al motore per essere più pieno ai medi (attorno agli 8.000 giri/Min) si avvertono, specialmente nell'utilizzo su strada dove si può usare una marcia in più tra le curve e guidare in maniera più rilassata sfruttando meno il cambio, comunque preciso e fluido. Il comportamento agli altri regimi è sostanzialmente invariato, dolce la risposta ai bassi, buono l'allungo.

TEPPISTA Sì, lo so, i monoruota sono illegali su strade aperte al pubblico ma la Street Ttriple ha da sempre un'innata abilità nel conservare la ruota anteriore (ci siamo capiti no?). La RS 2020 è ancora più efficace di prima in questa situazione, a patto di mettere da parte per un'attimo il traction control, efficace ma poco restio a far puntare il naso all'insù alla naked Made in Hincley. Distattivatelo e godrete di momenti adrenalinici che vi permetterebbero di persuadere anche il più zelante dei vigili urbani... scusi agente, la moto è nuova, devo ancora prendere confidenza con la frizione. 

UNA SPADA Il suo pane sono i percorsi ricchi di curve, qui la Street Triple RS non ha rivali su piazza (ad oggi). Le sospensioni hanno una taratura che premia la guida sportiva e rendono la RS precisa come una spada. Ciliegina sulla torta le nuove Pirelli Supercorsa SP V3 che offrono ottimo grip e istigano dannatamente ad alzare il ritmo curva dopo curva. Conquista per la maneggevolezza, ma sono soprattutto la linearità e la progressività nella discesa in piega, unite a una solidità granitica in appoggio, che rendono la Speed Triple RS 2020 una moto da cui non scenderesti mai. Tanta sportività però compromette leggermente il confort, specialmente quando l'asfalto non è liscio come il tavolo di un biliardo, Le sorelle meno estreme sono più godibili nell'uso quotidiano quando al posto dei passi alpini ci sono rotonde, bivi, buche e semafori. 

TRA I CORDOLI Il bello della Street Triple è che unisce la facilità delle naked alle prestazioni delle supersportive, con lei ci si diverte su una statale quanto tra i cordoli di un circuito, magari tecnico e tortuoso come il circuito di Cartagena, stage finale del test ride. I Supercorsa SP sono gli alleati ideali di chi, come il sottoscritto non ama termocoperte, cavalletti e ammenicoli vari: una regolata alle pressioni e via, a grattare le saponette. Per l'occasione ho il lusso di avere degli zelanti meccanici che si prendono cura della mia Street Triple RS... e che termo siano!

CHE LIBIDINE Quando metti le ruote in un circuito mai visto, fai tutto il turno ed esci senza la lingua che raschia il catrame dall'asfalto vuol dire che la moto ti trasmette tanta fiducia. Proprio quello che mi è accaduto dopo i primi 15 minuti in sella alla Street RS 2020 a Cartagena. Tra i cordoli tutte le sensazioni positive avvertite su strada si amplificano. Il ritmo si alza, le staccate si fanno più profonde e gli ingressi in curva sempre più garibaldini ma lei non fa una piega. Sta lì, granitica nel suo anteriore, svelta nei cambi di direzione e dannatamente veloce nell'uscire dalle curve. I freni Brembo sono potentissimi e modulabili, tanto potenti da mettere in difficoltà l'ABS nelle frenante più decise. Vi ricordate delle pedane? Su strada sono in posizione perfetta, in pista si vorrebbe forse un po' più di luce a terra. Nulla di irrimediabile, basta seguire il consiglio datomi da tale Mckanzie: esci di più con il corpo e stai meno tempo in piega... facile (per lui!).

 

 

IN QUESTO SERVIZIO

​CASCO SHARK RACE R PRO CARBON ​Questo casco è realizzato per dare il meglio di se tra i cordoli di un circuito, ma anche in strada offre ottimi livelli di comfort e sicurezza. La calotta è realizzata in carbonio e aramide: per offrire un peso contenuto e performance eccellenti nell'assorbimento degli urti ed è dotata di spoiler a doppia lama per assicurare aerodinamica e stabilità alle alte velocità. La visiera in classe "Ottica 1" è priva di qualsiasi distorsione ottica grazie allo spessore variabile (4,2 a 2,8 mm) unico appunto è il sistema di chiusura poco pratico da azionare con i guanti.
​PESO: 1200 g
​TAGLIE: XS-XL

TUTA IXON VORTEX Realizzata in morbida pelle pieno fiore, ha inservi elastici su ginocchia e fondoschiena oltre alla traforatura sul petto per garantire la ventilazione nelle giornate più afose. Le protezioni rispecchiano le normative 1621-1 e sono distriubiute su spalle, gomiti, ginocchia, anche e tibie. Predisposizione interna per il paraschiena. Molto comoda la doppia zip di chiusura... quando scapperà non sarà più un incubo.
PREZZO: 750 euro
TAGLIE: XS-4XL

GUANTI IXON RC CIRCUIT HP Realizzato in pelle di capra, è certificato CE e ha un guscio protettivo sul dorso della mano, un polsino lungo e il Sensitive Touch System, sistema che permette l'utilizzo dei guanti su schermi touch screen. Le protezioni sono poco invasive e lasciano ampia sensibilità alla mano. Il doppio sistema di chiusura è ideale per adattare la vestibilità del guanto.
PREZZO: 100 euro
TAGLIE: S-3XL

su strada

JEANS MOTTOWEAR GALLANTE: Jeans dalla linea semplice ed elegante, la vestibilità è tradizionale e li rende comodi sia in sella che a passeggio.  i designer di MottoWear hanno utilizzato il cosiddetto denim grezzo, che è un materiale solido e traspirante di colore blu intenso senza i segni e graffi artificiali tipici della lavorazione stone wash.

GIACCA IXON FIGHTER Pelle pieno fiore spessa e robusta per questa giacca dal taglio sportivo. Comoda la vestibilità, regolabile tramite i registri in velcro posti ai lati. La parte lombare è di forma allungata ed imbottita. Per la stagione più fredda è prevista un’imbottitura interna amovibile. Le protezioni sono previste su spalle e avambracci e sono certificate CE.

SCARPE TCX MOOD GTX Le sneaker TCX hanno un taglio decisamente modaiolo. La pelle pieno fiore della tomaia è abbinata a una membrana Gore-Tex che ripara dal freddo e dall'acqua. Non mancano ovviamente le protezioni su malleoli punte e talloni.

 


TAGS: triumph nuova triumph street triple triumph street triple rs triumph street triple rs 2020 triump street triple 765

Intervista | Video
Andrea Buzzoni ci racconta i segreti di Triumph Milano

Andrea Buzzoni, G.M di Triumph svela i segreti di Triumph Milano in video

1 4
Video moto
Triumph Street Triple RS 2020: il video teaser ce la mostra in anteprima

La nuova Street Triple RS 2020 in video. Ecco come cambia

1 1
Back To Top