Pubblicato il 15/05/20

ICONA DI STILE Il Booster è un'icona della generazione di ragazzi cresciuti a cavallo tra gli anni '90 e 2000, diventando ''la prima moto'' di tantissimi appassionati. Incluso il nostro Danilo. Uscito di scena nel 2017 sotto il nome di BW'S, il Booster è tutt'ora un'icona dei mitici cinquantini, nonostante il settore abbia riscontrato un drammatico crollo della domanda che, gradualmente, si sta riprendendo grazie al passaggio alla mobilità elettrica. Nel frattempo, in Francia, è nato il primo Booster con motore elettrico: l'anello mancante tra tradizione e futuro (della mobilità).

Ridenbox: first bike Booster MBK

STESSO CARATTERE Tutto parte da un MBK Booster originale, dotato di motore minarelli a 2 tempi da 50 cc. Il retrofitting parte dal motore dello scooter elettrico Rider 5000W, il cui carattere viene definito come ''grintoso e nervoso, in linea con lo spirito del Booster originale''. Lo scopo era quello di mantenere lo spirito originale del Booster, mantenendo più parti originali possibili. 

MOTORE E BATTERIE La sfida principale riguarda la modifica relativa al telaio, che viene modificato (più precisamente, allargato e rinforzato) per ospitare il pacco batterie da 3,6 kWh. Anche la ruota posteriore e il forcellone sono sostituiti: la prima per ospitare il motore elettrico, il secondo per aggiustare la geometria della moto che, altrimenti, si impennerebbe a ogni accelerata. Il che, a dirla tutta, non sarebbe stato proprio un male...

MBK Booster, in Francia nasce il retrokit per trasformarlo in uno scooter elettrico

ALTRO CHE SCOOTER ELABORATI! Nonostante il maggiore peso, caratterizzato dai 18 kg del pacco batterie, il Booster elettrico garantisce prestazioni degne delle elaborazioni Polini o Malossi: lo 0-45 km/h si abbassa da 9,25 secondi a 4,7 mentre la velocità massima è di 95 km/h. L'autonomia media è di circa 100 km con un pieno di energia. Il processo di conversione è durato circa 28 ore di lavoro, ma i creatori dichiarano che se dovessero rifarlo, il tempo stimato per il lavoro sarebbe di 20 ore. 

LA SVOLTA PARTE DALLA FRANCIA Questa rinascita del Booster coincide con l'introduzione, in Francia, di un decreto che rende legale la trasformazione di veicoli con motore termico in veicoli 100% elettrici. Questo rende molto meno burocratica l'operazione: prima era necessaria l'autorizzazione della Casa madre che, molto spesso, era impossibile ottenere. Tuttavia, ci sono dei requisiti necessari da seguire: il veicolo deve essere più vecchio di 3 anni, e le caratteristiche tecniche (prestazioni del motore incluse) non possono essere stravolte. Ciascun modello, in fase di omologazione, deve essere approvato dalla motorizzazione francese (UTAC). 

 

 


TAGS: scooter mbk booster booster scooter elettrico francia retrofit elettrico