Pubblicato il 04/03/2020 ore 15:39

FERMENTO INDIANO Se si potesse utilizzare una parola sola per descrivere l’inizio del 2020 in Royal Enfiled il sostantivo giusto sarebbe fermento. Con l’India che si appresta a compiere una svolta epocale in campo emissioni inquinanti, il marchio anglo-indiano sta lavorando in maniera fremente per non farsi trovare impreparato. A inizio gennaio son stati depositati i nomi Sherpa, Hunter e Meteor, che potrebbero trovare posto su tre nuovi modelli R.E.

NOME STORICO Proprio come il nome Sherpa, anche Meteor affonda le sue radici nel passato glorioso del marchio. La Meteor infatti, tornando indietro negli anni ‘50-‘60, era una bicilindrica da 657 cc, sostituita poi dalla Inteceptor. La nuova Meteor, al contrario della sua antenata, potrebbe avere una cilindrata di 350 cc (o maggiore) per rimpiazzare la Thunderbird X, una roadster che ricorda molto una Triumph Street Twin, non commercializzata in Europa. L’indiscrezione verrebbe confermata dalle riprese di un Moto Vlogger indiano che con la sua action cam ha ripreso un tester Royal Enfield alle prese con un muletto camuffato e dotato di apparecchiature per la misurazione.Royal Enfield Thunderbird X

ULTERIORE CONFERMA La prova provata del cambio generazionale arriva direttamente da Royal Enfield che di recente ha comunicato l’intenzione di interrompere la produzione dei suoi monocilindrici da 500 cc e non solo per iniziare a produrre nuovi motori, da utilizzare su più piattaforme e in varie cilindrate, in grado di rientrare nella normativa BS VI, un equivalente della nostra Euro6. Senza dimenticarci che nei cassetti dell’Headquarter inglese c’è sempre un progetto di moto elettrica ancora da sviluppare. Insomma, il 2020 potrebbe essere un anno ricco di novità per Royal Enfiel, noi saremo sempre sul pezzo pronti a raccontarvele!


TAGS: novità royal enfield royal endfield royal enfield meteor royal enfiel novità 2021