Pubblicato il 03/01/2020 ore 09:30

ANCHE IN INDIA NORME SEVERE Ci siamo lasciati alle spalle un decennio di grandi cambiamenti nel mondo delle moto, ma questo 2020 inizia subito con delle novità che arrivano dall’oriente. Infatti, in India, dal prossimo 1 aprile entreranno in vigore le nuove normative antinquinamento BS VI (Bharat Stage VI), equiparabili allo standard Euro 6 e ciò comporta l’obbligo per le case costruttrici di automobili e motociclette di quel Paese di adeguare la propria produzione a questa più severa normativa.

Royal Enfield: la Casa indiana si prepara alle normative antinquinamento 2020 BS VI equivalenti alla Euro 6

ROYAL ENFIELD GIÀ PRONTA? Per non farsi trovare impreparata, la Royal Enfield si è mossa in anticipo depositando la richiesta di utilizzo esclusivo dei nomi Sherpa e Hunter, che potrebbe essere il preludio all’arrivo di altrettanti modelli, già in linea con le normative antinquinamento BS VI. Il nome Sherpa non è nuovo nella storia della Royal Enfield, infatti negli anni ’60 la Casa indiana produsse delle monocilindriche di 175 cc usando proprio quel nome e che ancora oggi viaggiano sulle tormentate strade di quella regione. E vista l’estrazione del nome stesso, non è da escludere che il modello futuro possa essere una versione in piccolo della enduro Himalayan 400, che ha ottenuto un grande successo sui mercati del sud est asiatico e si è difesa bene anche dalle nostre parti.

Royal Enfield 2020: un'immagine della Sherpa 175 del 1969. Arriverà un nuovo modello Euro 6 con questo nome?

SPORTIVA, SCRAMBLER O CAFÉ RACER In altro modo, anche per il nome Hunter è possibile ragionare su una versione più sportiva della gamma, magari simile alle bicilindriche Continental GT o Interceptor, quindi in stile Café Racer oppure più classica. Senza escludere l’ipotesi di vedere in listino una piccola enduro oppure un modello tipo scrambler, un filone che sta ottenendo grande successo in tutti i mercati. Per il momento non possiamo che fermarci qui, considerando che la Casa Indiana sta assumendo una figura sempre più rilevante sul panorama motociclistico mondiale e non resta confinata entro i limiti nazionali o asiatici. La gamma si sta ampliando con esemplari semplici ma versatili, per certi versi anche “modaioli” e anche se non è scontato che Sherpa e Hunter possano essere associati a modelli per il mercato occidentale, la curiosità cresce. Non possiamo che attendere novità in arrivo dall’India, magari presentate in occasione dei prossimi saloni del 2020.


TAGS: royal enfield royal enfield 2020 royal enfield sherpa royal enfield hunter royal enfield novità 2020 nuove royal enfield