Parcheggi moto con colonnine: il brevetto del futuro
Novità moto

Una colonnina antifurto per moto, possibile o fantascienza?


Avatar di Danilo Chissalé , il 19/08/21

1 mese fa - Parcheggi moto con colonnine per la ricarica: il brevetto del futuro

Una start up inglese immagina dei posteggi moto con colonnina per ricarica e antifurto per moto e abbigliamento tecnico

CITTÀ DEL FUTURO Mentre dibattiamo ancora sull’utilità del passaggio all’alimentazione elettrica per moto e scooter - personalmente sono più favorevole ai secondi che non alle prime - c’è chi già pensa alle città del futuro e alle loro infrastrutture. Che l’elettrico sia il “carburante” di domani è quasi un dato di fatto, con il beneplacito delle istituzioni e con i proclami (chissà poi quanto spontanei) delle case, a questo punto bisogna cambiare mentalità e iniziare a entrare nell’ottica di cercare la presa di ricarica più vicina e non più il distributore. Il problema dei furti di motoveicoli, invece, è una questione molto attuale e anche di una certa gravità in Gran Bretagna, ecco perché Bikers Guardian ha ideato il suo parcheggio antifurto dotato inoltre di colonnina per la ricarica.

VEDI ANCHE



COME FUNZIONA Il sistema consiste in un posteggio per moto dotato di un antifurto brevettato che blocca la ruota anteriore all’interno di una specie di armadietto. All’interno del quale non ci troverete i calzini sporchi, un deodorante dozzinale e il paginone centrale di qualche mensile maschile, bensì una colonnina per la ricarica, una telecamera collegata ad un allarme e per finire lo spazio necessario per conservare alla giusta temperatura l’abbigliamento tecnico (casco, giacca da moto e quant’altro). Indubbiamente un’idea fuori dal comune, utile sia ai motociclisti tradizionali, sia a quelli che già abbracciano la filosofia green.

NIENTE ALLACCIAMENTO Detto dell’utilità dell’antifurto e della possibilità di tenere al sicuro il proprio abbigliamento tecnico, rimarrebbe da analizzare solo il problema della colonnina. Come spesso diciamo, il futuro della mobilità elettrica dovrà passare anche dall’adeguamento delle infrastrutture (reti elettriche in primis). A quanto pare, però, il problema secondo Bikers Guardian potrebbe essere aggirato alimentando la colonnina con l’idrogeno, rendendola indipendente dalla rete elettrica. Anche questo, ad oggi, è un problema: le case stanno cercando di rendere più sicuro e di facile approvvigionamento l’idrogeno… insomma, forse per ora vi conviene ancora fare affidamento ad un buon catenaccio anti-furto e portarvi al braccio il casco, per il futuro c’è ancora da attendere.


Pubblicato da Danilo Chissalè, 19/08/2021

Vedi anche
Logo MotorBox