Autore:
Danilo Chissalè

ANELLO MANCANTE KTM si prepara ad avere la gamma più completa in assoluto sul mercato delle enduro dual purpose. Con la 390 Adventure, pizzicata in un test ride pochi giorni fa, il cerchio si completa: ogni frazionamento ha la sua declinazione in enduro. Come accade per le sorelle maggiori, anche la 390 Adventure condivide molto con le controparti stradali, in particolar modo meccanicamente, mentre il look è fortemente ispirato a quello della 790, anch’essa in arrivo a breve sulle strade in versione definitiva.

CHIACCHIERONE In quel di Mattighofen si sono sforzati per mesi a mantenere il segreto (di pulcinella, tutti la stavamo aspettando ed eravamo più che certi che sarebbe arrivata) ma la soffiata alla stampa è arrivata proprio da chi non t’aspetti: Amit Nandi, senior vice president di Bajaj marchio partner di KTM in India. Il manager ha dichiarato quanto segue ai media: "Con la 390 Adventure faremo il nostro tanto atteso ingresso nel segmento di dual-sport premium di nicchia, che è un segmento molto adatto per le strade indiane". La Casa austriaca ha grande seguito in India oltre a diversi stabilimenti che si occupano della produzione delle Orange fino a 790cc di cilindrata, le parole di Nandi fungono da conferma praticamente ufficiale.

SIMILI MA DIVERSE Dunque, come sarà la piccola avventuriera di KTM? Una 790 Adventure in miniatura con la meccanica della 390 Duke… Vero, ma solamente in parte. Alcune modifiche sono state necessarie per adattare al nuovo utilizzo la ciclistica prettamente stradale della Duke, a cominciare dal telaietto posteriore, stranamente non in vista ma fasciato da fianchetti in plastica, il cui scopo sarebbe celare i rinforzi del telaietto per poter permettere il montaggio di borse rigide e sostenere il sovraccarico dovuto a passeggero e bagagli. Piccole modifiche anche per il comparto sospensioni, le foto scattate ai muletti che circolavano su strada mostravano una forcella WP simile a quella della Duke 390 per dimensioni ma con la possibilità di regolare l’idraulica, discorso valido anche per il monoammortizzatore posteriore. Ovviamente pneumatici tassellati con misure da enduro vero: 21” davanti 18” dietro, non ancora chiaro se tubeless o con camera d’aria.

RICCA KTM ci sta abituando bene non solo a livello meccanico, negli ultimi anni le sue moto si rivelano spesso tra le più tecnologiche. Se le sorelle grandi primeggiano in sicurezza e saranno tra le prime ad avere gli ADAS, le piccole spiccano per dotazione rispetto alle dirette rivali, la nuova KTM 390 non sarà da meno. A partire dal sistema di illuminazione totalmente a LED passando per la strumentazione TFT a colori la piccola di famiglia avrà un pacchetto tecnologico degno di nota.

PROTAGONOSTE La data di uscita della attesa 790 Adventure è ormai risaputa e tutti gli appassionati hanno cerchiato in rosso i giorni dal 6 al 11 novembre in occasione di EICMA 2018, per la sorellina 390 non ci aspettiamo un ulteriore anno di incubazione in quanto sembra essere già pronta al debutto. Più probabile che abbia una parte da comprimaria nel corso della kermesse milanese.


TAGS: ktm ktm adventure ktm duke 390 ktm 390 ktm 390 adventure ktm 390 adventure scheda tecnica