Autore:
Giulio Scrinzi

UN OBIETTIVO AMBIZIOSO Questa è la storia di Stefano Cunial, biker globetrotter che per il 2016 si è posto un traguardo molto particolare: attraversare otto paesi con partenza da Treviso ed arrivo in Giappone in sella alla sua BMW R 1200 GS per un totale di 17.500 km. Qualcos'altro di particolare? Gli pneumatici: si tratta dei Dunlop TrailSmart, utilizzati in quest'occasione per dimostrare le loro elevate qualità di resistenza su percorsi a lungo raggio.

SPIRITO DA AVVENTURIERO Con lo start fissato da Possagno il 28 luglio, Stefano ha così attraversato l'Austria, la Repubblica Ceca, la Polonia, la Bielorussia, la Russia e la Corea del Sud, per poi proseguire il proprio tour nell'arcipelago nipponico in auto. Un viaggio costellato da mille difficoltà e che hanno messo alla prova il suo spirito da giramondo su due ruote: prima i problemi al navigatore satellitare, poi le incomprensioni linguistiche e la scorta da parte della polizia coreana per uscire dall'autostrada, per finire con delle fastidiose zanzare siberiane e le poche notti trascorse in hotel.

CAMPIONE DI DURATA Ma niente e nessuno lo ha fermato, e dopo 30 giorni è riuscito a portare a termine la sua impresa. Un viaggio che ha dimostrato le eccellenti doti di durata delle Dunlop TrailSmart, le quali, poi, sono state utilizzate per percorrere addirittura altri 2.500 km aggiuntivi dal momento che non erano ancora alla frutta. Questa è la conferma della bontà del progetto inglese, pensato appositamente per moto “adventure” e che garantisce un elevato chilometraggio quando l'asfalto lascia il posto alla terra battuta, gestita brillantemente grazie ad una larghezza ridotta degli intagli e ad una ottimale ridistribuzione dei blocchi del battistrada.


TAGS: dunlop bmw 1200 GS dunlop trailsmart stefano cunial