News

Ducati GT 1000


Avatar Redazionale , il 22/10/03

18 anni fa -

Moto così non ne fanno più. Non esistono più le "standard" anni settanta, che potevi usare a passeggio in centro come tra le curve della Passo della Raticosa, in pista a sgomitare o in viaggio con la morosa.

O meglio, se le fanno col gusto di oggi, non emozionano più nessuno. E allora forse la GT 1000 è la risposta a questa "crisi di valori" del motociclista moderno.

L'estetica è di quelle che incuriosiscono, affascinano, spingono su tasti piacevolmente dolorosi, quelli della nostalgia. Come sappiamo, la meccanica è assolutamente la stessa delle altre due proposte del Salone di Tokyo, a parte l’adozione di un doppio ammortizzatore posteriore in luogo del singolo delle sorelle sportive e due lunghi scarichi cromati, uno per lato.

Per il resto, molta più concretezza e vivibilità: sella quasi orizzontale comoda in due (ci ricorda quella delle Triumph Bonneville e della "Rétromobile" Kawasaki W650, due moto, peraltro, frutto della stessa filosofia), manubrio bello alto, serbatoio e parafango anteriore dalle linee molto più morbide, verniciati in un grigio scuro molto elegante. E faro tondo, ovviamente.

Ma non si pensi che tutto questa attenzione allo stile, degna di un trendyssimo pubblicitario in carriera, vada a scapito del godimento su strada: sulle ruote da 17 pollici a raggi calcano due bei pneumatici da supersportiva ed il motore, con i suoi 8,5 Kgm di coppia a soli 6000 giri, promette di regalare quelle belle emozioni. Che sono la firma delle bicilindriche italiane. Da più di trent’anni.

 WALLPAPER

  800x600  1024x768Cliccate sull'immagine che vi interessa, quindi puntate il mouse sulla foto ingrandita e cliccate il tasto destro. Scegliete "Imposta come sfondo" e automaticamente l'immagine diventerà il vostro nuovo sfondo. 
Pubblicato da Simone Coggi, 22/10/2003
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox