News

BMW R 850 RT


Avatar Redazionale , il 06/12/01

19 anni fa - Aria di famiglia

Dopo aver aggiornato tutte le "grandi sorelle" BMW comincia a rivolgere le sue attenzioni verso la serie piccola. Prima moto ad essere rinnovata, la R 850 RT conquista gli stessi aggiornamenti della 1150, cambio a sei marce compreso.

Tutto si potrà dire di BMW, meno che sia un costruttore poco vivace e con poche idee. Il felice periodo del mercato che la Casa Bavarese sta vivendo sul fronte del mercato (una delle poche ad essere in crescita mentre tutti quanti vedono grigio per non dire nero) coincide infatti con un continuo aggiornamento della gamma. È appena arrivata la Scarver 650, ed ecco che già un nuovo modello si affaccia sul mercato.

Un modello atteso, a dire la verità, perché la R 850 RT è una moto che piace al pubblico, sopratuttto perché è un po’ meno impegnativa finanziaramente della sorellona 1150, con la quale condivide comfort e guidablità.

Adesso la "piccola" RT sarà ancora più simile alla 1150 perché conquista lo stessa piacevolissima carenatura, con la parte superiore rivista e il nuovo faro dotato di fendinebbia integrati, ma sopratuttto il cambio a sei marce (identico a quello della 1150 anche nei rapporti, cambia solo il rapporto dela trasmissione finale). La RT è quindi la prima delle 850 ad usufruire di questo importante aggiornamento, giustamente, diremmo, visto che la sesta marcia era richiesta a gran voce dai possessoti di questa moto.

Invariato il motore, che conquista però i coperchi delle valvole in magnesio, accreditato ancora di 74cv (sulla 1150 sono 95) una potenza più che sufficiente a far sfiorare alla RT i 200 orari di velocità massima.
Ovviamente, arrivano anche tutti gli aggiornamenti della ciclistica, con le ruote in lega più leggere, il poderoso impianto frenante anteriore EVO (già montato sulle altre BMW della serie nuova) e l’impianto integral ABS.

Ad avvicinare ulteriormente la 850 alla 1150 arriva il parabrezza regolabile elettricamente, montato ora di serie, mentre prima era disponibile solo in optional. Il prezzo rientra nei canoni BMW ovvero è salato anche se la la 850 consente comunque un certo risparmio rispetto alla 1150. Sarà disponibile a Febbraio al prezzo di 13950 Euro; le lire non ci saranno più ma per rendere l’idea sono circa 27 milioni.


Pubblicato da Stefano Cordara, 06/12/2001
Logo MotorBox