PEUGEOT DIVENTA INDIANA Nella giornata in cui FCA e PSA annunciano la loro fusione, la casa indiana Mahindra ha fatto sapere di essere entrata in possesso del 100% di Peugeot Motocycles. L’operazione conclude la scalata iniziata nel gennaio del 2015, quando Mahindra aveva acquistato il 51 delle quote di PM.

FRANCIA LOCOMOTIVA DELL’EUROPA Non allarmatevi: non si tratta di un’operazione collegata all’unione tra i due colossi automobilistici: Peugeot Motocycles è infatti una società separata dal produttore di auto francese. La mossa di Mahindra è tutt’altro che disinteressata: l’Europa è uno dei pochi mercati nel quale le vendite di moto sono in continuo aumento. La Francia, stando ai risultati di Motorcycles Data, è la “locomotiva dell’industria europea”, e Peugeot detiene la quarta quota di mercato. Non stupisce quindi che la decisione della società indiana, i cui obiettivi strategici non si limitano al Vecchio Continente, ma prevedono anche l’espansione in nuovi mercati, tra cui quello asiatico.

Il Gusto 50cc di Mahindra

E PER IL FUTURO? L’acquisizione non dovrebbe avere grandi impatti sull’assetto aziendale di Peugeot Motocycles, il cui quartier generale rimarrà a Mandeure, in Francia. Nessun cambiamento in vista - almeno per il momento - neppure per personale e fabbriche. Difficile immaginare cosa succederà in futuro. Mahindra ha annunciato sette nuovi modelli da qui al 2023: dove saranno sviluppati, e soprattutto dove saranno prodotti? Quanti saranno a trazione elettrica, uno dei settori più caldi di questo periodo? Al momento non è dato saperlo, vi terremo aggiornati.


TAGS: peugeot mahindra fca psa peugeot motocycles