Autore:
Giulio Scrinzi

SUCCESSO CONCLAMATO È andata in archivio lo scorso fine settimana la prima edizione della HAT Pavia-Sanremo, evento dedicato al mondo dell'adventouring che ha visto la presenza di ben 90 motociclisti sulle “strade bianche” che vanno dalla Pianura Padana fino al Mar Ligure. Una manifestazione che ha visto il coinvolgimento del territorio di tre regioni, Lombardia, Piemonte e Liguria, alla scoperta di paesaggi incantevoli, borghi ai più sconosciuti che racchiudono tra le loro mura storiche secoli di leggende, patrimoni culturali e ambientali e tradizioni enogastronomiche uniche.

UN WEEKEND IN SELLA I percorsi studiati per quest'edizione erano due: il Classic, di circa 450 km (50% off-road) con una parte di percorrenza in notturna, e il Discovery, di circa 400 km (40% off-road), con sosta notturna. La partenza prevista è avvenuta sabato mattina alle 9, quando i protagonisti sono scattati da Piazza del Municipio a Pavia verso Bosco Marengo (AL). Poi gli adventourers sono ripartiti verso i primi rilievi dell’Appennino Ligure-Piemontese, con il conseguente cambio della natura delle strade, sali-scendi nei boschi che hanno ancor più divertito i partecipanti, come il passaggio sul Passo Bric Berton. La prima vera sosta è avvenuta a Sassello (SV), nota per i suoi ottimi amaretti, per un giusto riposo e per la cena. I partecipanti della Discovery hanno pernottato sul posto, mentre i motociclisti della Classic sono ripartiti alle 23.00 per continuare in guida notturna. La seconda parte di percorso è proseguita verso Altare per poi arrivare a Garessio, dove il passaggio off-road nella zona delle pale eoliche di Caprauna ha poi imboccato il percorso verso il Mare Ligure. Dopo aver attraversato Molini di Triora e aver incontrato una pioggia torrenziale che ha messo tutti a dura prova, i motociclisti sono stati poi accolti nel primo pomeriggio di domenica da un caldo sole nella location esclusiva di Sanremo Portosole, dove hanno ricevuto l’ambito Attestato di Partecipazione.

LE CURIOSITÀ In quest'edizione, inoltre, hanno spiccato due partecipazioni particolari: innanzitutto quella del neonato GS Rookie Team, squadra organizzata da BMW con una selezione di piloti under 28 su moto G 310 GS per favorire lo sviluppo del turismo-avventura sul pubblico giovane. La seconda, invece, è quella della coppia formata da padre pilota e figlio passeggero di soli 10 anni, entrambi su una datata Dominator, che hanno realizzato perfettamente tutto il percorso con un atteggiamento esemplare.


TAGS: hat adventouring adventouring 2018 hat 2018 hat pavia sanremo hat pavia sanremo 2018