Pubblicato il 09/10/20

ESORDIO C’è sempre una prima volta. Proprio come per Deus, che ha messo mano su una moto elettrica per creare una delle sue special. Basata sulla carenata Zero Motorcycles SR/S, il customizzatore Michael “Whoolie” Woolaway ha realizzato questa moto completamente a mano: niente tecnologici computer, ma soprattutto nemmeno un foglio di carta. Era tutto nella sua testa, e il risultato è mozzafiato: una moto che mescola dettagli rétro, un design senza tempo e la più moderna tecnologia: quella a 0 emissioni.

LINEE MORBIDE La moto si presenta con un codino rastremato e leggermente bombato, mentre old style è il frontale con un cupolino “a bolla” che ben si sposa con il frontale morbido e rétro. Il serbatoio, completamente fatto a mano, è lungo e sagomato per ospitare le gambe del pilota. La carena laterale non solo nasconde elegantemente il pacco batterie, ma include anche delle appendici aerodinamiche: uno dei trend più gettonati per la stagione 2020 del mondo custom. Il risultato è una moto che nasconde bene i 229 kg della Zero SR/S.

CICLISTICA Non poteva mancare un upgrade dal punto di vista ciclistico. Le ruote in carbonio Dynamag fanno la loro scena, oltre che a ridurre il peso della moto, mentre sulla sinistra compare un freno a pollice con pompa J Juan; del produttore spagnolo anche la pompa freno anteriore, le pinze anteriori ad attacco radiale e quella posteriore a pistoncino singolo. Completano il pacchetto delle Showa pluriregolabili.


TAGS: special deus ex machina zero motorcycles