PRESENZA DI PESO Dopo l'uscita di scena dal WRC, annunciata lo scorso mese di novembre, la Citroen non abbandonerà del tutto il Mondiale Rally. La casa francese ha infatti annunciato che continuerà a competere con i suoi principali team clienti impegnati nel WRC2, fornendo il massimo sviluppo possibile per le C3 R5 al fine di garantire un'auto più competitiva possibile. 

PILOTI DI PRIMO PIANO Citroen sarà presente fin dal prossimo Rallye Monte Carlo. I piloti di punta della stagione saranno i portacolori di Ph Sport, Mads Ostberg e Yohan Rossel. Il norvegese ha gareggiato nel WRC2 con Citroen già nel 2019, cogliendo una vittoria nel Rally Catalogna, mentre il francese sarà al via per il WRC3 e godrà del sostegno della Federazione Francese Sport Automobilistici dopo aver vinto il titolo nazionale lo scorso anno. ha Ostberg prenderà parte a otto appuntamenti del mondiale, Rossel a sei. Nel Principato saranno in tutto sei le C3 R5 che si presenteranno al via. Le restanti saranno affidate a Nicolas Ciamin, Eric Camilli, Yoann Bonato e Pepe Lopez. impegnati nel WRC3.

OBIETTIVO TITOLO IRIDATO Queste le parole del 32enne Ostberg, il quale vanta una lunga carriera nel mondiale con anche una vittoria a livello WRC nel Rally Portogallo del 2012: ''È bello continuare con tutti i membri del team. L'anno scorso abbiamo lavorato duramente allo sviluppo dell'auto, con le principali evoluzioni relative a freni, sospensioni e motore. Ciò dovrebbe darci un certo vantaggio nel 2020. Il nostro obiettivo è vincere il maggior numero di round possibili e conquistare il titolo. Sono felice che la nostra collaborazione con Citroen prosegua''.


TAGS: citroën wrc Mads Ostberg