Pubblicato il 27/10/20

DOPPIO CENTRO E' un risultato davvero inconsueto quello messo a segno dal ROWE Racing. In un anno difficile, in cui anche il motorsport sta soffrendo, la squadra tedesca ha centrato il successo nelle due gare regine per vetture GT3: la 24 ore del Nurburgring e la 24 ore di Spa. Il tutto è avvenuto nell'arco di nemmeno un mese. La compagine di Saarland, nota come Motorsport Competence Group ma supportata da un brand di lubrificanti, a fine settembre ha trionfato con le sue ''vecchie'' M6 GT3 sul circuito storico del Nurburgring. Lo scorso fine settimana si è imposta anche nella tappa clou dell'Intercontinental GT Challenge, la 24 ore sul circuito delle Ardenne.

BAMBER E VANTHOOR LEADER Nella gara di domenica a Spa, ad imporsi con una delle due Porsche 911 GT3-R che la squadra tedesca schiera nei campionati SRO da un paio di stagioni, sono stati Earl Bamber, Laurens Vanthoor e Nick Tandy. I primi due ora comandano la classifica della serie intercontinentale nonostante abbiano saltato lo scorso round di Indianapolis. Per Bamber e Tandy si tratta del primo successo a Spa. Vanthoor, invece, aveva già vinto l'edizione 2014 quando era pilota ufficiale Audi e correva per il team locale WRT.

#99 bmw 24h nurburgring 2020

TANDY RE DELLE 24 ORE Con il primo successo in Belgio, tuttavia, Tandy ha raggiunto un traguardo invidiabile. Il 35enne inglese, da diversi anni pilota del marchio di Weissach, ha ora al suo attivo una vittoria in ciascuna delle tre gare di spicco dell'endurance europeo: la 24 ore di Spa, la 24 ore del Nurburgring e la 24 ore di Le Mans. Quest'ultima, parte degli eventi organizzato dall'ACO Le Mans, è stata messa a segno quando gareggiava con le Porsche LMP1.

TEMPO DA LUPI Entrambe le corse si sono disputate con un meteo caratterizzato da forti piogge e temperature molto basse. Se a Spa la pioggia ha cominciato a cadere in serata ed ha accompagnato i piloti per diverse ore di gara fino alla bandiera a scacchi, un mese fa al Nurburgring la corsa fu addirittura interrotta a tarda notte e ripresa solamente al mattino. Nonostante le condizioni proibitive sul vecchio Nurburgring il successo fu segnato da Alexander Sims, Nicky Catsburg e Nick Yelloly.


TAGS: porsche bmw gt3 Intercontinental GT rowe 24h spa vln 24h nurburgring