Pubblicato il 21/06/20

INCIDENTE IN HANDBIKE Brutto incidente per Alex Zanardi, mentre era impegnato nella Staffetta Tricolore organizzata da Obiettivo 3, un'iniziativa che coinvolge atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica. L'episodio è avvenuto in Toscana, lungo la statale 146, nel comune di Pienza, in provincia di Siena. L'ex pilota e pluricampione paralimpico era impegnato con la sua handbike in un tratto in discesa e ha perso il controllo della sua handbike, finendo per invadere la corsia di marcia opposta. È intervenuto l'elisoccorso che ha trasportato l'atleta all'ospedale Le Scotte di Siena.

AGGIORNAMENTI DELLA DOMENICA MATTINA Zanardi ha trascorso la seconda notte in ospedale, fortunatamente senza che emergessero complicazioni. Il campione bolognese resta in coma farmacologico, sedato, ventilato meccanicamente e il monitoraggio dei parametri clinici è costante. Secondo i medici che lo hanno in cura non rischia la vita, mentre per cominciare a comprendere le reali conseguenze dell'incidente bisognerà attendere qualche giorno, quando all'ex pilota verrà man mano ridotta la quantità di sedativi. Nell'ultimo bollettino diramato dalla struttura senese in mattinata si legge: ''Il paziente ha trascorso la notte in condizioni di stabilità cardio-respiratoria e metabolica. Le funzioni d'organo sono adeguate. È sempre sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il neuromonitoraggio in corso ha mostrato una certa stabilità ma questo dato va preso con cautela perché resta grave il quadro neurologico. Le condizioni attuali di stabilità generale ancora non consentono di escludere la possibilità di eventi avversi e, pertanto, il paziente resta sempre in prognosi riservata''. Nel punto stampa delle 12, i medici aggiungono: ''Gli scambi respiratori sono soddisfacenti, sebbene il quadro neurologico resti grave. Le condizioni fisiche restano stabili, ma questo non ci permette di escludere complicanze. Siamo comunque soddisfattidi come sta procedendo il quadro clinico, lo teniamo sedato per mantenerlo stabile, poi nei prossimi giorni lo valuteremo neurologicamente se le condizioni ce lo permetteranno. Tornerà il campione di prima? Lo speriamo, ora siamo concentrati sul quadro neurologico. Più passa il tempo e più le condizioni restano stabili, è una buona notizia''.

Alex Zanardi

AGGIORNAMENTI DEL SABATO MATTINA L'ultimo bollettino emesso dalla struttura sulle condizioni di Zanardi recita: ''In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato dalle ore 18 del 19 giugno in gravissime condizioni al policlinico Santa Maria alle Scotte a seguito di incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili. E’ intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico''. Giuseppe Olivieri, il neurochirurgo che ha operato il bolognese, ha rilasciato alcune dichiarazioni sull'intervento: ''L'intervento è andato come doveva andare, ma il quadro resta grave. Situazione grave vuol dire che è una situazione in cui uno può anche morire, e in questi casi i miglioramenti avvengono piano piano nel tempo, mentre i peggioramenti possono essere repentini. Se sono ottimista? Si tratta di un malato che vale la pena curare. Lui è arrivato da noi con questo trauma cranio-facciale importante, con un fracasso facciale e una frattura affondata delle ossa del frontale è stato operato per toppare la situazione, al momento i numeri sono buoni, ovviamente neurologicamente la situazione non è valutabile, non è possibile stabilire una prognosi. E' in coma farmacologico. I prossimi passaggi? Serviranno una decina di giorni per valutare le sue condizioni''.

Alex Zanardi vince il suo secondo oro paralimpico ai Giochi di Londra 2012

IL RACCONTO DEL TESTIMONE A raccontare la dinamica del terribile incidente è stato Mario Valentini, ct della nazionale paralimpica di ciclismo: ''La tappa arrivava a Montalcino, mancava poco. Eravamo in curva, su una discesa non difficile, si andava attorno ai 50 all'ora. Alex ha perso il controllo dell'handbike, si è ribaltato due volte e ha impattato contro un autotreno. L'urto è stato terribile. I paramedici l'hanno recuperato: era gravissimo. L'elicottero non riusciva ad atterrare quindi l'ambulanza l'ha portato in una piazzuola lì vicina dove il pilota del veivolo è riuscito a scendere e trasportarlo a Siena. È stato terribile''.

DOPPIA VITA SPORTIVA 53 anni, il bolognese si è reinventato atleta paralimpico dopo il terribile incidente del 2001 avvenuto sul circuito del Lausitzring, in Germania, nel quale perse entrambe le gambe. Da pilota, ha trionfato nel campionato americano CART nel 1997 e 1998, dopo un'avventura avara di soddisfazioni in F1 al volante di Jordan, Minardi, Lotus e Williams. Nel 2005, nonostante l'handicap fisico, ha trionfato nel Campionato Italiano Superturismo. Come atleta paralimpico, sono innumerevoli i successi ottenuti, tra i quali spiccano i quattro ori conquistati nelle Paralimpiadi di Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016.

Seguono aggiornamenti


TAGS: incidente Zanardi