Autore:
Daniele Zeri

DOMINATORE INDISCUSSO Il danese Frederik Vesti, dominatore del campionato Formula Regional European Championship, si è ancora una volta rivelato la punta di diamante in forza alla Prema, ma a Imola ha visto due vittorie su tre svanire nel post gara per sanzioni comminategli dai commissari sportivi. L'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola è stato infatti il teatro in questo tragico fine settimana per l'automobilismo del quinto round della Formula 3 Regional, campionato fino ad oggi dominato dal team italiano Prema Powerteam.

FRAGA A SORPRESA Il leader indiscusso della classifica Vesti aveva nella giornata di venerdì perso la pole position all'ultimo secondo in seguito ad un sorprendente ultimo giro del brasiliano Igor Fraga, idolo degli eSports. In un weekend dalle quattro gare in programma invece delle usuali tre (grazie al recupero della gara cancellata per maltempo a Vallelunga lo scorso maggio), Fraga ha centrato la sua seconda vittoria stagionale dopo una performance magistrale, tenendo a bada i tre velocissimi alfieri della Prema.

LOTTE IN CASA PREMA Vesti, dopo una partenza difficile, si è reso protagonista nel finale di un ottimo sorpasso sul compagno di team Enzo Fittipaldi, ma a causa delle lotte intestine non è riuscito ad andare oltre il terzo posto. Buona prestazione invece per il messicano Raul Guzman e l'emiliano Matteo Nannini, veloci durante tutto il weekend.

PROBLEMI PER FLOERSCH Sophia Floersch, una delle star della categoria, ha avuto un inizio difficile del round imolese, lamentando problemi di sbilanciamento delle gomme che hanno causato evidenti vibrazioni. Dopo un passo promettente nelle libere, la tedesca è stata costretta a partire dalla undicesima posizione in griglia, terminando settima. David Schumacher, finito nella ghiaia alla Rivazza in svariate occasioni, ha concluso ottavo la prima delle due gare svolte al sabato.

IL RITORNO DI VESTI In gara-2, Vesti si è subito ripreso la leadership con determinazione, spingendo all'errore Caldwell alla Rivazza e vincendo sull'inglese. Sophia Floersch ha rimontato a suon di sorpassi dal fondo della griglia, portando a casa un ottavo posto che ha il gusto dei rimpianti per i problemi avuti in qualifica.

FITTIPALDI EREDITA LA VITTORIA La giornata di domenica, iniziata sotto il velo oscuro delle notizie giunte da Spa-Francorchamps, ha visto l'ennesima vittoria di Vesti, poi cancellata dalla penalità di 5 secondi inflittagli per aver zigzagato sulla linea di partenza in seguito ad un restart dopo Safety Car. È stato Fittipaldi dunque ad ereditare la quattordicesima vittoria stagionale per il team Prema e prima personale, con Igor Fraga ancora una volta sul podio, seguito dal penalizzato Vesti. Floersch, ottava in griglia, è stata nuovamente protagonista di sorpassi spettacolari ed è giunta quarta al traguardo, eguagliando il suo miglior risultato di sempre in Formula 3.

IL PODIO MANCATO Il primo podio in carriera sarebbe potuto arrivare nel pomeriggio, quando la diciottenne bavarese ha preso il via della quarta gara dalla terza casella in griglia. Grazie ad una partenza perfetta, la Floersch ha scavalcato Vesti, portandosi in seconda posizione. Alla Variante Alta però, all'uscita delle segnalazioni luminose per l'ingresso della Safety Car (dovuta ad un contatto tra Guzman, Schumacher e Fittipaldi alla prima curva), Vesti non si è avveduto della bandiera gialla e ha tamponato Sophia, mandandola in testacoda nella via di fuga ed eliminandola dalla lotta per le posizioni di vertice.

CAPOLAVORO VESTI PRIMA DELLA SANZIONE Ricevuti 10 secondi di penalità per un sorpasso in regime di Safety Car, Vesti ha comunque continuato la gara vittorioso, aprendo un gap di sicurezza sufficiente su Caldwell, suo avversario più prossimo. Solo dopo la cerimonia del podio, la direzione gara lo ha ritenuto responsabile per il contatto con Sophia Floersch, aggiungendogli 15 ulteriori secondi di penalità che lo hanno retrocesso in sesta piazza. Blomqvist, partito dalla pole position, ha concluso secondo, dietro ad un solido Caldwell e davanti all'immancabile Fraga.

RIMONTE E FRUSTRAZIONE Ripartita da fondo schieramento, Sophia Floersch ha rimontato fino al settimo posto, concludendo con molta frustrazione un weekend dalle buone premesse. "Siamo partiti non sapendo bene dove eravamo: abbiamo fatto dei test prima della gara che erano stati positivi, ma poi sono ricomparsi dei problemi tecnici. Ho ricevuto due set di pneumatici sbilanciati che hanno reso la vettura inguidabile in qualifica", ha spiegato la tedesca a MotorBox. "Nelle prime gare mi sono divertita facendo un po' di sorpassi e il passo era buono, ma avevo ancora problemi di vibrazioni. Abbiamo chiesto spiegazioni alla Pirelli per tutto il giorno, ma poi la notizia da Spa ha messo tutto in secondo piano. Il quarto posto della terza gara è abbastanza buono. Sono stata anche fortunata perché qualche pilota davanti a me si è ritirato, ma il passo era buono. In gara 4 sono stata buttata fuori pista e la mia gara è stata compromessa".

VANTAGGIO RASSICURANTE Nonostante le due retrocessioni, Vesti mantiene una solida leadership di campionato (306 a 231 punti su Fittipaldi), con Igor Fraga che sopravanza David Schumacher in classifica generale. Con tre round al termine, la Formula 3 Regional tornerà in pista il 20-22 settembre a Barcellona, a supporto del GT Open.


TAGS: imola Sophia Floersch Formula Regional F3 Regional Imola Frederik Vesti