Autore:
La Redazione

SFORTUNA GHIOTTO Dopo la pole-position conquistata ieri, il pilota del team Uni-virtuosi Luca Ghiotto era il favorito per la vittoria finale, finita invece tra le mani di un ottimo Nicholas Latifi. A tradirlo, sin dal via, è stato un malfunzionamento della frizione occorso nel giro di formazione, che lo ha fatto scivolare dalla prima alla sesta posizione alla prima curva.

PRIME FASI A involarsi in testa è stato quindi  Louis Delétraz, che però ha presto patito un importante degrado delle gomme al pari di Nick de Vries, inizialmente alle sue spalle. Ad approfittarne è stato Nicholas Latifi, bravo a conquistare la testa della corsa grazie alla sosta molto anticipata dello svizzero, poi quinto al traguardo.

PROBLEMA AI BOX Rimasto in pista fino al diciassettesimo passaggio, il canadese ha rischiato molto al pit-stop, che avrebbe potuto trasformarsi in una disfatta a causa di un problema ad una pistola. Nonostante questo inconveniente, Latifi è riuscito a tornare in pista e conquistare la prima posizione a suon di sorpassi per poi mantenerla, con un buon ritmo, sino alla bandiera a scacchi.

RIMONTA GHIOTTO Alle spalle del canadese è invece giunto il poleman Luca Ghiotto. Il pilota di Arzignano è stato magistrale nella gestione degli pneumatici, riuscendo a prolungare la vita delle sue Medium sino al diciottesimo passaggio, in modo da sfruttare al massimo le Soft nel secondo stint, dove si è reso protagonista di un ottimo recupero. La vittoria, però, è rimasta un miraggio a causa del vantaggio accumulato a inizio gara da Latifi, determinante per assicurargli il successo. Resta dunque il rimpianto per il risultato sicuramente positivo, ma inferiore alle aspettative dopo la grande prestazione sul giro secco.

OTTAVO MICK Il tedesco Mick Schumacher ha compiuto una gara solida e senza alcuna sbavatura, in cui si è anche distinto in varie fasi di sorpasso. Mick è stato bravo nella gestione delle Pirelli soft nel secondo stint di gara preservando le coperture per sferrare l’attacco a Matsushita, superato proprio all’ultima tornata. Grazie a questo risultato, il figlio d’arte partirà dalla pole nella Sprint Race (in cui la griglia di partenza dei primi otto classificati è invertita rispetto al risultato della Feature Race).

Risultati gara-1 FIA Formula 2 Bahrain 2019

Pos Pilota Team Giri Tempo Distacco
1 N. Latifi DAMS 32 59:19.517  
2 L. Ghiotto UNI-Virtuosi Racing 32 59:28.261 +8.744
3 S. Sette Câmara DAMS 32 59:34.343 +14.826
4 A. Hubert BWT Arden 32 59:36.790 +17.273
5 L. Delétraz Carlin 32 59:46.203 +26.686
6 N. de Vries ART Grand Prix 32 59:48.014 +28.497
7 J. Aitken Campos Racing 32 59:51.062 +31.545
8 M. Schumacher PREMA Racing 32 59:54.225 +34.708
9 N. Matsushita Carlin 32 59:56.912 +37.395
10 G. Zhou UNI-Virtuosi Racing 32 1:00:00.648 +41.131
11 R. Boschung Trident 32 1:00:01.609 +42.092
12 G. Alesi Trident 32 1:00:07.228 +47.711
13 T. Calderón BWT Arden 32 1:00:15.292 +55.775
14 C. Ilott Sauber Junior Team 32 1:00:15.810 +56.293
15 D. Boccolacci Campos Racing 32 1:00:33.764 +74.247
16 J. Correa Sauber Junior Team 32 1:00:44.505 +84.988
17 J. King MP Motorsport 32 1:00:46.028 +86.511
18 M. Raghunathan MP Motorsport 32 1:00:52.667 +93.150
19 N. Mazepin ART Grand Prix 32 1:00:57.085 +97.568
  S. Gelael PREMA Racing 4 7:26.997 DNF

TAGS: mick schumacher Luca Ghiotto FIA Formula 2 FIA F2 BahrainGP F2 Gara-1 F2 Bahrain Nicholas Latifi