Autore:
Danieli Zeri

PENULTIMO ROUND AL MUGELLO L’Autodromo del Mugello è stato lo scorso fine settimana il teatro del penultimo round della Formula Regional European Championship, l’inaugurale campionato promosso dalla FIA. Una categoria che ha vissuto nelle fasi iniziali lo strapotere del team italiano Prema Powerteam e dei suoi alfieri Frederik Vesti e del campione di F4 Italiana in carica Enzo Fittipaldi. Con l’avanzare della stagione, sono emersi Igor Fraga, David Schumacher (foto sotto) e i rispettivi team DR Formula e US Racing, senza però mai impensierire l’impressionante margine di vantaggio che il danese Vesti era riuscito a costruirsi.

F3 Regional, Mugello: David Schumacher

LOTTA SCHUMACHER-VESTI Fin dalle sessioni di qualifiche di venerdì si è subito intuita la trama di questo settimo round stagionale: sarebbe stata una lotta all’ultimo millesimo di secondo tra Vesti e Schumacher, con il leader di classifica che si è aggiudicato la prima pole position, mentre al tedesco (di ritorno dal debutto in FIA F3 a Sochi) sono andate la pole position di gara 2 e gara 3, rispettivamente per 62 e 65 millesimi. Hanno fatto la loro prima comparsa nella serie promossa da ACI e WSK anche Lirim Zendeli (US Racing) e Jake Hughes (KIC Motorsport), entrambi precedentemente impegnati nella F3 Internazionale. E proprio Zendeli, che a Sochi aveva abbandonato il team Sauber Junior by Charouz per incomprensioni, al Mugello ha dimostrato di essere subito a proprio agio con la Tatuus T-318 segnando un terzo posto in qualifica, anche aiutato dalla scia del compagno di squadra Schumacher.

LA PRIMA A VESTI Alla partenza di gara 1, Vesti ha immediatamente fatto il vuoto sui suoi avversari, mentre un’incertezza di David Schumacher ha visto Enzo Fittipaldi progredire in seconda posizione. La superiorità del passo gara di Schumacher si è fatta sentire presto e il figlio dell’ex pilota di F1 Ralf ha riconquistato la seconda piazza grazie ad una splendida manovra sul brasiliano della Prema. Dietro di loro, l’esperto Jake Hughes si è messo in mostra facendosi strada su Fraga e, in seguito, su Fittipaldi, conquistando quindi il suo primo podio nella serie. Sophia Floersch, dopo una qualifica da incubo, ha rimontato fino al sesto posto. Da segnalare l’incidente occorso al terzo giro alla svizzera Sharon Scolari, che è uscita in velocità alla seconda Arrabbiata e ha danneggiato severamente il retrotreno della propria vettura dopo un venerdì invece decisamente positivo. Vesti ha dunque tagliato il traguardo con un considerevole vantaggio sul gruppo, completando l’ennesimo hat-trick che ha ulteriormente avvicinato l’asso danese all’obiettivo stagione.

F3 Regional, Mugello: la partenza di gara-1

IL DANESE VINCE ANCORA A completare il programma di sabato all’autodromo del Mugello, la seconda gara si è disputata al calar del sole e con temperature decisamente più autunnali. È stata una brutta partenza a segnare la gara del poleman David Schumacher: per difendere l’interno alla prima curva, il tedesco è stato sfilato all’esterno da Vesti, Fraga e Zendeli. Con l’inarrivabile Vesti ancora una volta a prendere il largo, la gara si è caratterizzata per le incessanti lotte per la seconda piazza, con Igor Fraga a rallentare l’intero gruppo per larga parte della gara. Zendeli, finora in terza piazza, nell’ennesimo tentativo di sopravvanzare il portoghese della DR Formula, è stato protagonista di un’escursione nella ghiaia che gli è costata una posizione ai danni del compagno di team Schumacher. Passato finalmente anche Fraga, Schumacher ha tentato di recuperare lo svantaggio ormai accumulato ai danni di Vesti, invano. Quando però gli è stata comminato un drive through per una infrazione nel giro di formazione, Zendeli è stato promosso al secondo posto, mentre la terza piazza è ancora una volta andata a Hughes, autore di altri bei sorpassi. Sophia Floersch, partita ancora una volta dal fondo, è finita ottava.

US RACING VINCE, MA VESTI È CAMPIONE La rivincita di Schumacher è arrivata nella terza ed ultima gara del weekend, grazie al dominio del team US Racing: preso il comando alla partenza, Schumacher e Zendeli hanno controllato la gara dal primo all’ultimo giro. Ma tutti gli occhi erano puntati su Frederik Vesti, al quale era mancato un singolo punto per laurearsi campione al termine della seconda gara. Persa una posizioni in partenza, Vesti ha condotto una gara senza rischi e senza particolari exploit; all’arrivo dell’aggressivo Hughes, il danese non ha opposto troppa resistenza e con un quarto posto ha conquistato con tre gare di anticipo il prezioso titolo, valevole 25 punti di Super Licenza. “Ho vinto con buon margine sia gara 1 che gara 2, mentre in gara 3 abbiamo scelto un setup sbagliato e ho faticato arrivando quarto. Non volevo prendere troppi rischi per il campionato ma alla fine ce l’abbiamo fatta” – ha commentato il neo-campione.

F3 Regional, Mugello: i piloti del team US Racing, Schumacher e Zendeli

DIFFICOLTÀ IN CASA VAN AMERSFOORT Entrambi i piloti della Van Amersfoort Racing Dan Ticktum e Sophia Floersch hanno completato un weekend difficile dal punto di vista delle prestazioni rispettivamente in settima e nona posizione: la diciottenne tedesca, dopo aver passato l’intera gara negli scarichi del compagno di squadra, è stata beffata all’ultima curva da Guzman. “Abbiamo provato cose diverse con il setup, dal momento che la qualifica è stata un disastro e il gap era piuttosto grande.” – ha rivelato Sophia a MotorBox. “Partendo dal decimo posto non c’era molto da perdere. Dipende molto dalla finestra di utilizzo degli pneumatici e dall’usura. Nella seconda parte di gara torniamo ad essere competitivi, ma non è sufficiente”. Un annata difficile per la Floersch, che sta valutando la possibilità del salto nella FIA F3.

L’autodromo di Monza ospiterà l’ultima prova del campionato Formula Regional European Championship: una categoria che si sta dimostrando in grado di attrarre numerosi piloti di richiamo internazionale dalle più prestigiose serie europee.


TAGS: monza mugello fittipaldi schumacher F3 Regional Vesti Floersch Ticktum