Autore:
Simone Valtieri

RITORNO IN AMERICA La leggenda del motorsport e dello sport paralimpico mondiale, Alex Zanardi, tornerà in gara in quell'America che gli regalò due titoli nel campionato Cart. Stavolta però, a circa 20 anni di distanza dalla sua epopea, guiderà una vettura a ruote coperte e sarà impegnato nell'evento di Endurance più prestigioso del continente americano, la 24 ore di Daytona.

GENNAIO IN FLORIDA Il BMW team RLL gestito dal suo vecchio amico e rivale Bobby Rahal, ha preparato per Alex una M8 GTE speciale con comandi al volante, che il bolognese ha potuto provare nel fine settimana in Florida, proprio al Daytona International Speedway che ospiterà la celebre 24 ore il 26 e 27 gennaio prossimi. Zanardi sarà in squadra con il finlandese Jesse Krohn e con l'australiano Chaz Mostert.

PRIMI GIRI In attesa del prossimo test ufficiale, in programma dal 4 al 6 gennaio sempre a Daytona, Zanardi ha commentato quanto fatto lo scorso weekend, nel corso del quale ha potuto prendere confidenza con la sua vettura in condizioni sia di asciutto che di bagnato: "Ho davvero tanto apprezzato il lavoro del team che mi ha accolto" - ha esordito Alex - "È veramente fantastico essere parte di un'organizzazione così grande e professionale, il clima ideale per divertirsi e fare bene il proprio lavoro, al meglio delle mie possibilità."

PIOGGIA E ASCIUTTO "Durante la giornata abbiamo affrontato diverse sfide" - ha proseguito Zanardi - "Ho dovuto fare conoscenza con la macchina e con il circuito sotto la pioggia, poi ho dovuto ricominciare da capo quando ha smesso di piovere e la pista si è asciugata. Nel complesso sono molto soddisfatto del risultato e di ciò che ho imparato. Penso che tutto il lavoro svolto sia stato utile, abbiamo completato il programma e raccolto tutte le informazioni che ci servivano."


TAGS: Alex Zanardi BMW M8 GTE Zanardi Daytona 24