24 Ore di Le Mans 2018: vincono Toyota e Alonso, risultati e ritiri
WEC 24h Le Mans 2018

24 Ore di Le Mans: Alonso e Toyota, maledizione finita! Che dominio!


Avatar di Simone  Dellisanti , il 17/06/18

3 anni fa - La 24 Ore di Le Mans è stata conquistata dalla LMP1 di Toyota

La 24 Ore di Le Mans è stata conquistata dalla LMP1 di Toyota con Alonso, Nakajima e Buemi

SI FA LA STORIA Toyota vince la 24 Ore di Le Mans. Il Gazoo Racing Team completa una doppietta con la TS050 Hybrid di Alonso-Buemi-Nakajima dominatrice davanti alla gemella di Conway-Kobayashi-Lopez. Terza in LMP1 troviamo la Rebellion, autrice di una buona prestazione. Primi di classe LMP2 la G-Drive Jean-Eric Vergne. Dominio Porsche in GTE-Pro e Am, per festeggiare al meglio i settant'anni dell'azienda.
CARDIOPALMA Toyota si rivela più forte della sfortuna che l'ha sempre colpita a Le Mans. Dopo anni di vittorie sfiorate, le TS050 conquistano la gara più importante del mondiale WEC dopo un acceso duello che ha contraddistinto le prime 16 ore di corsa. Come sempre la notte è stata decisiva: Alonso è stato autore dello stint decisivo, capace di rimontare oltre due minuti di svantaggio dalla Toyota n.7 di Lopez prima di lasciare il volante alle prime luci dell'alba a Nakajima, finalmente trionfatore sul Circuit de la Sarthe. Subito fuori la Rebellion di Lotterer, autore di un errore assurdo nei primi secondi della gara. Non va meglio a Button-Petrov-Aleshin, equipaggio sulla carta promettente ma costretto al ritiro. Momenti di panico al box Toyota quando, verso le 13.30, la TS050 Hybrid di Conway-Lopez-Kobayashi rallenta improvvisamente: si teme il peggio per qualche istante, con gli spettri del 2016 ben chiari nella mente dei componenti del Gazoo Racing. Ma si è trattato solo di un istante di paura: un semplice reset del sistema generale e le due Toyota possono finalmente chiudere la gara da trionfatrici.
BAGARRE Vittoria di classe in LMP2 per la G-Drive di Verge: in testa quasi da subito, l'equipaggio franco-russo riesce a distanziare gli avversari. La Signatech Alpine di Lapierre prova ad opporsi, ma inutilmente, mentre si interrompe a poche ore dalla fine il sogno di accarezzare il terzo posto dell'equipaggio Panis-Barthez.p2 vergne, in testa quasi fin da subito.
AUGURI, PORSCHE Porsche porta a casa una doppietta per festeggiare degnamente i suoi primi settant'anni. Da cineteca il duello con le Ford GT di Chip Ganassi, che si devono comunque accontentare della terza e quarta posizione. Peccato per BMW che a Le Mans portava la nuova M8 GTE: la vettura turismo si rivela ricca di potenziale, ma purtroppo ancora troppo acerba per poter impensierire il ben oliato ingranaggio firmato Porsche. Nota di colore la offre la Chevrolet Corvette C7, dotata di un sound capace di sovrastare qualsiasi altra concorrente. Chapeau!
GREY'S ANATHOMY Porsche ha di che festeggiare anche in categoria GTE-Am, con il team di Patrick Dempsey vero dominatore della categoria. Per l'attore è il primo successo a Le Mans, dopo la vittoria sfiorata poche edizioni fan. Peccato per il nostro Matteo Cairoli, autore di un'uscita di pista in corrispondenza della chicane Ford. Ferrari, anche per via di un Balance of Performance assolutamente sfavorevole, non riesce a brillare nonostante gli sforzi dei suoi uomini migliori nel team AF Corse.
LA GARA DI UNA VITA Vivere la 24 Ore di Le Mans ripaga pienamente il prezzo del biglietto. Il Circuit de la Sarthe è stato invaso come ogni anno da oltre 250.000 persone. L'ambiente, quantomai eterogeneo, vive un'atmosfera magica fatta di concerti, fiumi di birra, salamelle, passione assoluta per il motorsport e amore per le corse. Non si sente mai nessuno spettatore fischiare un concorrente rivale o sperare nella sua uscita: anzi, succede l'esatto contrario. A vincere realmente la 24 Ore di Le Mans, come ogni anno, è la Le Mans stessa.

VEDI ANCHE



CLASSIFICA FINALE 

POS # STATUS TEAM DRIVER CAR TYRES BEST LAP GAP LAST LAP LAPS PITS CAT.
1 #8 Run Toyota Gazoo Racing NAKAJIMA Kazuki Toyota TS050 - Hybrid M 3:17.658   3:38.651 388 37 P1
2 #7 Run Toyota Gazoo Racing KOBAYASHI Kamui Toyota TS050 - Hybrid M 3:17.980 2 Laps 3:38.354 386 38 P1
3 #3 Run Rebellion Racing MENEZES Gustavo Rebellion R13 - GIBSON M 3:20.316 12 Laps 3:33.555 376 39 P1
4 #1 Run Rebellion Racing JANI Neel Rebellion R13 - GIBSON M 3:20.046 13 Laps 3:30.696 375 42 P1
5 #26 Run G-DRIVE RACING VERGNE Jean-Eric Oreca 07 - Gibson D 3:28.196 19 Laps 3:43.157 369 36 P2
6 #36 Run Signatech Alpine Matmut LAPIERRE Nicolas Alpine A470 - Gibson D 3:28.610 21 Laps 3:34.828 367 37 P2
7 #39 Run GRAFF-SO24 GOMMENDY Tristan Oreca 07 - Gibson D 3:28.135 22 Laps 3:30.239 366 41 P2
8 #28 Pit TDS RACING DUVAL Loïc Oreca 07 - Gibson D 3:27.258 2.539 3:29.021 366 37 P2
9 #32 Run UNITED AUTOSPORTS DE SADELEER Hugo LIGIER JSP217 - Gibson D 3:28.661 23 Laps 3:35.273 365 36 P2
10 #37 Run Jackie Chan DC Racing JAAFAR Jazeman Oreca 07 - Gibson D 3:29.112 27 Laps 3:40.205 361 39 P2
11 #31 Run DRAGONSPEED GONZALEZ Roberto Oreca 07 - Gibson M 3:27.200 28 Laps 3:43.204 360 40 P2
12 #38 Run Jackie Chan DC Racing TUNG Ho-Pin Oreca 07 - Gibson D 3:29.011 32 Laps 3:34.776 356 36 P2
13 #29 Run Racing Team Nederland VAN EERD Frits Dallara DALLARA P217 GIBSON M 3:29.754 27.097 3:49.191 356 35 P2
14 #33 Run Jackie Chan DC Racing BOULLE Nicholas LIGIER JSP217 - Gibson D 3:33.492 33 Laps 3:52.755 355 36 P2
15 #23 Run PANIS BARTHEZ COMPETITION STEVENS William LIGIER JSP217 - Gibson M 3:27.872 36 Laps 3:32.526 352 35 P2
16 #35 Run SMP RACING NEWEY Harrison Dallara P217 - Gibson D 3:29.188 43 Laps 3:51.689 345 35 P2
17 #92 Run Porsche GT Team CHRISTENSEN Michael Porsche 911 RSR M 3:50.406 44 Laps 3:56.647 344 25 Pro
18 #91 Run Porsche GT Team MAKOWIECKI Frédéric Porsche 911 RSR M 3:50.201 45 Laps 3:55.032 343 24 Pro
19 #68 Run FORD CHIP GANASSI TEAM USA MÜLLER Dirk Ford GT M 3:50.108 26.729 3:58.359 343 24 Pro
20 #67 Run Ford Chip Ganassi Team UK TINCKNELL Harry Ford GT M 3:50.180 1:59.292 3:56.631 343 26 Pro
21 #63 Run Corvette Racing - GM GARCIA Antonio Chevrolet Corvette C7.R M 3:49.448 46 Laps 4:35.560 342 25 Pro

Pubblicato da Simone Dellisanti e Marco Congiu, 17/06/2018
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox