Autore:
Andrea Minerva

UCCI DOMINA IL PRIMO SET  Il 50° Rally del Salento, quinta prova del Campionato Italiano Rally 2017 ha un solo e unico dominatore: Paolo Andreucci. Il nove volte campione italiano, “navigato” da Anna Andreussi e come sempre alla guida della Peugeot 208 T16 di Peugeot Sport Italia, ha letteralmente strapazzato la concorrenza, vincendo in maniera netta e indiscussa gara 1. Indemoniato, a ritmo di “pizzica leccese”, Andreucci non ha praticamente sbagliato un colpo vincendo sei delle otto prove speciali previste per questa prima tappa. Si tratta di un successo particolarmente importante anche nell’ottica della classifica di campionato, in quanto proprio questa gara, così come il Rally Due Valli, assegna un punteggio con coefficiente maggiorato di 1,5, il che significa, conti alla mano, una buona dose di punti in più. Il podio della prima gara è stato completato da Simone Campedelli e Pietro Elia Ometto, secondi con la Ford Fiesta R5 del team Orange1 Racing, e da Umberto Scandola e Guido D’Amore, terzi con la Skoda Fabia R5 di Skoda Italia Motorsport. Questo è il risultato finale ma adesso passiamo alla cronaca della  prima giornata di prove speciali, come sempre da queste parti rese insidiose dai repentini cambiamenti di grip dell’asfalto e dai muretti a secco che accompagnano perennemente il percorso.  Insomma, un bel delirio! Più prosaicamente, un rally tecnico, veloce e pieno di trappole, che merita a pieno titolo il rientro nel calendario del Cir dal quale mancava dal 2011.

ANDIAMO A COMANDARE… CON UCCI IN “SPECIALE”  La prima delle otto prove di gara 1 ha fatto palpitare i cuori di tutti gli appassionati e addetti ai lavori. Tre piloti racchiusi in quattro decimi con “Ucci” primo davanti a Scandola e Campedelli. Coronarie seriamente a rischio. Ma l’attesa di un rally giocato su distacchi minimi si è presto dissolta in una consistente delusione. Già la seconda prova  vede gli avversari di Andreucci e Andreussi iniziare a perdere leggermente contatto, Scandola per un avvio troppo blando e Campedelli per una scelta di gomme troppo morbide oltre alla scarsa conoscenza di questo rally mai affrontato con una vettura turbo a trazione integrale. Il guaio grosso per Scandola e D’Amore arriva nella prova speciale successiva, la terza, ribattezzata “Miggiano 1”. In questo tratto la loro Skoda Fabia R5 patisce un problema di natura elettrica che innesca più volte la protezione della centralina e un conseguente “taglio” delle prestazioni. Alla fine della prova, l’equipaggio di Skoda Motorsport Italia accumula quasi 9 secondi di ritardo da Andreucci. A partire da questo momento, Scandola incappa in alcuni errori, che in una gara come questa si pagano molto caro, e riesce a riprendersi solo nel finale vincendo la prova “Martignano 3”. Ma al di là di questo, la rimonta su Campedelli per il secondo posto rimane una chimera. Di provare a recuperare su Andreucci manco a parlarne. Nel frattempo, “Ucci” e “Ussi” non sbagliano un colpo fino a controllare la gara con grande sicurezza nonostante Campedelli cerchi costantemente di mantenere il passo imposto dal binomio di Peugeot Sport Italia. Ma non c’è niente da fare, per nessuno. Andreucci vince gara 1 del Rally del Salento con un vantaggio di 14 secondi e 9 decimi su Campedelli e 23 secondi e 3 decimi su Scandola. Così è… punto!

KALLE A META’  Che la gara fosse insidiosa e che il percorso di formazione del 16enne finlandese Kalle Rovampera nelle gare su asfalto non fosse ancora completato era cosa arcinota. E purtroppo “l’enfant prodige” del Nord Europa ha subito saggiato i temibili muretti che costeggiano buona parte delle strade del Salento. È bastata infatti la prima prova speciale perché la Peugeot 208 T16 del team Fpf Sport subisse, dopo un contatto in una curva verso destra, un danno abbastanza serio, non tale da compromettere la gara con un ritiro, ma sufficiente per una perdita di circa 10 minuti. Tra l’altro, lo stesso Rovampera ha dovuto affrontare ben due prove con le gomme da bagnato al posteriore, dopo aver dovuto forzatamente sostituire quelle da asciutto montate allo start. Per inciso, le gomme da bagnato erano sulla 208 T16 perché nella prima parte della giornata la minaccia di temporali era piuttosto consistente. Dopo l’inconveniente Kalle si è comunque via via ripreso trovando un ritmo di gara sempre migliore sfociato nella vittoria dell’ultima prova, la numero 8, che prevedeva tre giri di pista del Kartodromo “La Conca” di Muro Leccese.

LA NUOVA SITUAZIONE DI CAMPIONATO  I risultati della prima giornata del Rally del Salento hanno sancito un ulteriore allungo di Paolo Andreucci e Anna Andreussi nella classifica generale. L’equipaggio di Peugeot Sport Italia incrementa il vantaggio sugli avversari a quota 48,75 punti. Il primo a inseguire è Campedelli con 40 punti mentre Scandola è terzo con 39 punti. Per quanto riguarda gli altri piazzamenti di gara 1, dal quarto posto a seguire: Rusce, Ferrarotti, Andolfi, Canzian e Gilardoni.  

DOMENICA INFUOCATA  La seconda tappa del Rally del Salento si articolerà domani, domenica 4 giugno, in sei prove speciali, la “Specchia” e la “Giuggianello”, entrambe di poco superiori ai 14km e da ripetere per tre volte. E’ chiaro che Scandola e Campedelli tenteranno in ogni modo di ribaltare la situazione di gara 1 e di strappare ad Andreucci il titolo di “Re del Salento”, ma questo non sarà l’unico tema d’interesse. Come previsto dal regolamento di quest’anno anche la classifica generale del rally, quella che somma i tempi di gara 1 e gara 2, prevede l’assegnazione di un punteggio, e anche questo elemento accenderà ancora di più la battaglia. Il prossimo appuntamento è fissato a domani pomeriggio per il resoconto di gara 2. Buon rally a tutti!


TAGS: paolo andreucci anna andreussi skoda fabia r5 Umberto Scandola Peugeot 208 T16 R5 Peugeot Sport Italia guido d'amore Simone Campedelli Ford Fiesta R5 cir news cir 2017 peugeot sport 2017 kalle rovampera rally salento 2017 team orange1 rally salento Cir 2017

Allegato Dimensione
Programma Rally del Salento 2017 225 Kb
Elenco iscritti Rally del Salento 2017 83 Kb
Tabella distanze e tempi - Rally del Salento 2017 30 Kb