Autore:
Simone Dellisanti

BINOMIO D'ECCEZZIONE A Cracovia, alle sette della sera di mercoledì 13, Simone Campedelli e Tania Canton hanno sollevato il telo che celava la Ford Fiesta R5 di Orange1 Racing e per un momento i presenti hanno trattenuto il respiro. Poi, nella sede della M-Sport in Polonia, gli applausi sono sgorgati spontanei e ha preso ufficialmente il via una nuova era. Quella dell’impegno diretto della struttura ideata a metà degli anni 90 da Malcolm Wilson e divenuta l’antenna tecnologica della Ford nei rally, con quattro titoli iridati e centinaia di gare vinte in tutto il mondo. Un accordo storico, una partnership che non ha precedenti nel nostro Paese, quello fra M- Sport ed Orange1 Racing, grazie al quale Simone Campedelli e Tania Canton prenderanno parte ad un Tricolore 2019 che s’annuncia come il più qualificato degli ultimi anni. Per farlo, le Pantere Alate di Orange1 Racing avranno davvero il massimo: una vettura appositamente costruita per loro, secondo le esigenze e le specifiche del Campionato Italiano Rally, che avrà l’assistenza tecnica diretta - in sede e in gara - da parte degli uomini capitanati da Maciej Woda, responsabile di M-Sport Poland. E che, elemento fondamentale nella buona riuscita dell’impresa, avrà la grande opportunità di calzare gli pneumatici ufficiali della Pirelli, con il supporto diretto dei tecnici della Bicocca.

LE PRIME PAROLE Davvero un pool di eccellenze, quello che Armando Donazzan ha saputo riunire e coalizzare intorno a Simone e Tania e che potrà contare inoltre sull’apporto di Ford Racing e di conseguenza della filiale italiana del Costruttore americano. “Dopo i bocconi amari e la delusione dello scorso anno - esordisce un Armando Donazzan carico a mille - ho deciso che avrei fatto di tutto per avere il meglio che c’era in circolazione. Altrimenti avrei lasciato perdere. Devo dire che Malcolm Wilson e Maciej Woda hanno recepito immediatamente questo mio anelito e, soprattutto, si sono messi completamente a nostra disposizione, con entusiasmo, per dar vita tutti insieme ad un progetto di altissimo livello. Li ringrazio - conclude il Presidente di Orange1 - così come ringrazio la Pirelli per aver accettato di legare il suo prestigioso marchio e l’enorme esperienza dei suoi uomini al nostro progetto”.


TAGS: team cir 2019