Autore:
Giulia Fermani

MOBILITA' LIBERA Ora che (finalmente) possono guidare, le donne dell’Arabia Saudita avranno bisogno di aiuto per recuperare il tempo perso e mettersi in pari con i tempi. Per questo Hyundai ha lanciato la campagna WhatsNext: tre leader di pensiero femminile come brand ambassadors e vari programmi di Customer Experience dedicati, come il “City Store” a Riyadh. 

LE BRAND AMBASSADOR Caduto il divito alla guida per le donne saudite, da questo giugno 2018  anche le donne sono libere di prendere la patente di guida. Per loro Hyundai ha dato il via a una campagna che celebra le conquiste ottenute fino ad oggi dalle donne saudite e supporta le loro imprese future. Ad aiutare Hyundai in questa impresa sono state selezionate -e formate presso la sede di Hyundai a Seoul attraverso un corso di guida per principianti - tre influencer saudite: l’imprenditrice Bayan Linjawi, la presentatrice radio Shadia Abdulaziz e la stilista Reem Faisal. 

COSA PREVEDE IL PROGRAMMA Oltre ai programmi di Customer Experience dedicati alle conducenti saudite, Hyundai sta anche aumentando il numero di veicoli disponibili per i test-drive, sviluppando una app ad hoc e istituendo sessioni di tutorial di guida per le donne. Sempre per far sentire più a proprio agio le neo conducenti, la Casa ha istituito sei lounge per sole donne, ha installato un pacchetto di sicurezza sui veicoli, tra cui il Rilevatore dell’Angolo Cieco e il Parcheggio Assitito e, ha equipaggiato le auto vendute in Arabia Sauditacon tendine oscuranti sui vetri anteriori e con un rilevatore Abaya, per scongiurare il rischio che l' abito tradizionale rimanga incastrato nelle portiere della macchina.


 

TAGS: hyundai arabia saudita 2018 hyundai guida donne arabia saudita