Autore:
Simone Dellisanti

RALLY CON SUZUKI Anche quest'anno è tornato il Rally Italia Talent, il 'Grande Fratello dei Motori', il reality sportivo organizzato da ACI (Automobile Club Italia) rivolto a tutti gli appassionati delle auto e del motorsport, con l'obbiettivo di scovare il campione rally di domani e che permetterà ai più talentuosi di diventare piloti ufficiali della squadra Talent, partecipando gratuitamente a un vero rally. Ve ne avevamo già parlato in questo articolo e vi abbiamo anche detto che il major sponsor di ACI, in questa iniziativa sportiva è Suzuki che, prendendo il posto di Abarth, ha messo a disposizione di centinaia di 'sognatori con il volante in mano' la Suzuki Swift Sport, la piccola hot hatch, leggera e grintosa, che fa della guidabilità la sua caratteristica principale. Una compagna ideale per gli aspiranti piloti, desiderosi di affinare e migliorare le proprie capacità di guida.

TOCCA A ME In occasione dell’ultimo appuntamento per partecipare alle selezioni del Suzuki Rally Italia Talent 2019, mi sono recato presso il Circuito Internazionale di Busca, vicino a Cuneo, per affrontare due prove con la Suzuki Swift Sport: una prova con lo Skid dove, con le ruote posteriori staccate da terra a mezzo di un carrello, bisogna sovrasterzare e controsterzare per trovare la corretta traiettoria in un percorso a tempo e una prova in circuito in compagnia di un istruttore che valuterà le mie capacità alla guida.

IN PISTA Subito mi è toccata la prova di guida in pista, la parte più adrenalinica e divertente del test. Sono salito sulla Suzuki Swift Sport con il motore 1.4 Boosterjet da 230 Nm di coppia accompagnato da un istruttore che, con calma e pazienza, mi ha permesso di scoprire le migliori traiettorie da utilizzare. Dopo un breve giro di riscaldamento sono stato lasciato libero di pennellare le traiettorie e mordere anche qualche cordolo, sempre in sicurezza e seguendo i consigli dell’istruttore seduto al mio fianco. La Suzuki Swift Sport era dotata di gomme semi slick dall’alta aderenza ma devo dire che la manovrabilità della vettura mi ha comunque sorpreso. Agile e dal buon handling nelle curve più strette, la Suzuki Swift Sport ha seguito alla lettera ogni mio comando al volante, questo anche grazie al risicato peso a vuoto di 975 kg. Mi sarei aspettato un po’ di più, invece, dall’accelerazione che ho trovato comunque buona e adatta per tutti i tipi di piloti. Insomma, sicuramente la coppia vi farà divertire ma sarà al contempo addomesticabile e adattabile.

VIA DI C**O Infine mi sono divertito nell’area adibita allo Skid, dove su un percorso caratterizzato da molteplici chicane ho dovuto combattere il sovrasterzo indotto dal carrellino. Dopo un giro di ricognizione, sempre accompagnato dal mio angelo custode-istruttore, sono sceso in pista e mi sono lanciato su un piccolo rettilineo. La prima chicane si stagliava davanti a me. Una brusca frenata per inserirmi al meglio ma il posteriore se ne va e mi costringe a remare moltissimo con lo sterzo per rimettermi in traiettoria. Che spavento, ma subito il mio istruttore mi sgrida: “Frena dolcemente! E ricordati di tenere sempre un po’ di gas per mantenere il grip”. La mia Suzuki perde il retrotreno anche nelle successive chicane ma con i pronti consigli del mio istruttore riesco a finire il percorso. Peccato però. Ho toccato due birilli e quindi ci sono per me due penalità.

ULTIME SFIDE La mia giornata si è conclusa con la prova dello Skid. Per i partecipanti ufficiali, i ragazzi che hanno conseguito i migliori tempi nel giro su pista e nella prova a ostacoli (sempre cronometrata) dello Skid, parteciperanno alla semifinale dell’ACI Rally Italia Talent Suzuki il  29-30-31 marzo presso il Circuito d’Abruzzo Ortona (CH) mentre la finale si svolgerà il 18-19-20 aprile presso il Circuito Adria International Raceway (RO).


TAGS: suzuki swift sport aci rally italia talent 2019