Logo MotorBox
Sciopero benzinai 24-26 gennaio: orari, self, autostrada. La guida
Mobilitazione

Sì, lo sciopero dei benzinai è confermato. Tutto quello che c'è da sapere


Avatar di Lorenzo Centenari , il 23/01/23

1 settimana fa - Chiusi anche i self? E in autostrada? Come non farsi trovare impreparati

Salvo revoca dell'ultimo minuto, pompe chiuse 48 ore. Anche i self service? E in autostrada? Come non farsi trovare impreparati

Non è detta l'ultima parola, sono momenti frenetici nei quali tutto può ancora succedere. Alla vigilia della data fatidica, tuttavia, dopo oltre una settimana di battibecco tra Governo e associazioni di categoria lo sciopero dei benzinai è ufficialmente confermato. L'appello del ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso (''Revocate lo sciopero, e' solo un danno per i cittadini'') sembra destinato a cadere nel vuoto. Durissima la replica dei sindacati: ''Lo stop era ed e' confermato e le dichiarazioni del ministro sono l'ennesima dimostrazione della confusione in cui si muove il Governo in questa vicenda'', rispondono in modo congiunto le sigle Faib Confesercenti, Fegica e Figisc/Anisa Confcommercio. Sempre con un occhio agli sviluppi della controversia, prepariamoci allora alla serrata.

SCIOPERO BENZINAI: PERCHÈ

Annunciato lo scorso 12 gennaio, poi apparentemente revocato, poi di nuovo ripristinato, lo sciopero dei gestori delle stazioni di rifornimento è stato indetto dalle associazioni di categoria - si legge nel volantino firmato collettivamente dalle tre principali sigle sindacali del comparto - per protestare ''contro la vergognosa campagna diffamatoria nei confronti della categoria'' e ''gli inefficaci provvedimenti del Governo che continuano a penalizzare solo i gestori, senza tutelare i consumatori''. Come scopo, quello di ''scongiurare nuovi aumenti del prezzo dei carburanti''. Dal 1° gennaio in avanti, scaduto il decreto sul taglio delle accise e cresciuti sensibilmente i prezzi alla pompa di benzina e diesel, il Governo aveva accusato i benzinai di speculazione, ordinando loro - tramite il cosiddetto decreto ''Trasparenza'' - misure come l'esposizione del prezzo medio nazionale, pena severe sanzioni. 

SCIOPERO BENZINAI: QUANDO

Per quanto riguarda la viabilità ordinaria, distributori chiusi dalle ore 19.00 di martedì 24 gennaio alle ore 19.00 di giovedì 26 gennaio. Orari leggermente sfalsati per le aree di servizio autostradali, per le quali lo stato di agitazione è in programma dalle ore 22.00 di martedì 24 gennaio alle ore 22.00 di giovedì 26 gennaio.

VEDI ANCHE



SCIOPERO BENZINAI: E IN AUTOSTRADA?

Vedi sopra. Distributori chiusi anche in autostrada.

SCIOPERO BENZINAI: E IL SELF SERVICE?

Sciopero del personale addetto al rifornimento, ma anche disattivazione della modalità self service.

QUALI STAZIONI RESTANO APERTE?

Non tutte le stazioni di servizio aderiranno allo sciopero nazionale. La disciplina in materia prevede che durante l'agitazione debba essere mantenuto in servizio ''un numero di stazioni di rifornimento non inferiore al 50% degli esercizi aperti nei giorni festivi secondo i turni programmati'', con una capillarità - sulle autostrade - di ''almeno uno ogni 100 km''. In linea di massima, a rimanere in funzione dovrebbero essere gli impianti totalmente automatizzati. Sulla viabilità ordinaria, l'elenco dei distributori aperti viene diramato dalle Prefetture competenti, mentre sulle autostrade la comunicazione spetta alle Regioni. Abbiamo recuperato la lista dei distributori aperti sulle autostrade dell'Emilia Romagna.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 23/01/2023
Vedi anche