CHI NON LAVORA... Altra festa nazionale, altro regalo (si fa per dire). 1° Maggio festa dei lavoratori, per molti la tentazione sarebbe tuttavia quella di sacrificarsi, recarsi in ufficio lo stesso, e guadagnare un salario extra per potersi permettere di fare carburante, altro che ponte vacanze. I modelli nuovi consumano meno, d'accordo. Ma coi prezzi che sventolano le compagnie, fare il  pieno" resta sempre un dispiacere, specie in memoria di quando diesel e benzina costavano i due terzi dell'importo odierno. Dobbiamo rassegnarci al caro carburanti? Ni. Le strategie per risparmiare qualche spicciolo non mancano. Servono astuzia, pazienza, e un cellulare a portata di mano (quella del passeggero).

RECORD STORICO? Prima, le cattive notizie. Per il ponte di Pasqua - 25 aprile - 1° maggio il costo al litro della "verde" è cresciuto in media di oltre 2 centesimi di euro, da 1,642 a 1,667 euro (cifre calcolate alla modalità self-service). Quanto al servito, alcune pompe autostradali praticano oggi prezzi superiori ai 2 euro, sfiorando talvolta - come denuncia il Codacons, pronto a depositare un esposto a 104 Procure, muovendo accusa di aggiotaggio - quota 2,2 euro. È il caso di numerose stazioni di servizio lungo l'A1 Autostrada del Sole. Di poco inferiore la variazione del prezzo del diesel: da 1,542 a 1,556 euro. Prospettive lievemente migliori, invece, sia per chi viaggia a GPL (da 0,642 a 0,641 euro/litro), sia per chi è un fan dell'auto a metano (da 1,003 a 1,000 euro/kg). Nulla di nuovo sotto il sole, dopotutto: l'Istat ha di recente calcolato come la spesa media per il gasolio sia aumentata a marzo 2019 del +5,3% su base annua, la benzina addirittura del +2,4% su scala mensile.

VIAGGIATORE FAI-DA-TE Il conto varia da regione a regione, da stazione a stazione, a seconda che si sosti a una stazione di servizio di marca (o "colorata"), oppure a una delle cosiddetto pompe bianche (o "no-logo"), destinazioni dove generalmente la spese è inferiore. Per un gap che moltiplicato per 30, 40 o 50 volte, a seconda che si debba alimentare un'utilitaria oppure un Suv dal serbatoio di maggiori dimensioni, si trasforma in una differenza di una bella pila di monetine da 1 euro. Non facciamoci perciò guidare dall'ansia di restare a secco, e non riforniamo alla prima pompa che ci capita a tiro. La tecnologia corre in nostro soccorso, e individuare il benzinaio più generoso lungo il nostro percorso è oggi un'operazione semplice semplice.

ALLA FONTE Si può consultare il web sia a tavolino, ancora prima di mettersi in marcia, sia "on the road", grazie alle numerose applicazioni mobili di comparazione prezzi. L'importante, è che a maneggiare lo smartphone sia un passeggero. Punto di riferimento istituzionale è il portale Osservaprezzi Carburanti, servizio messo a disposizione degli automobisti direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico. L'Osservaprezzi è aggiornato con frequenza quotidiana e consente di filtrare le ricerche per area geografica, per tratto autostradale, oppure per tipo di percorso. L'app è disponibile per i sistemi operativi iOS e Android.

INTERNET MOBILE Altra piattaforma agile da consultare è Prezzi Benzina, sia in formato desktop, sia mobile (AndroidiOsWindows Phone e Blackberry 10). Oltre a mostrare una panoramica delle stazioni di servizio più economiche su scala nazionale (che casualmente appartengono quasi tutte al Comune di Livigno), il portale consente una rapida ricerca geolocalizzata e processa i distributori di qualsiasi compagnia, anche quelli indipendenti (pompe bianche). Gli aggiornamenti sono opera della community stessa degli utenti, ed è abbastanza frequente.

IN AUTOSTRADA Circoscritto alle stazioni di rifornimento ubicate lungo le strade a pedaggio, utile per chi imbocca il casello è infine anche il servizio offerto da Autostrade per l'Italia. Informazioni sui prezzi di benzina e gasolio, ma anche indicazioni a beneficio di chi viaggia a carburanti alternativi, oppure è in cerca di uno sportello ATM, un parco giochi, un'area Wi-Fi. L'app corrispondente si chiama MyWay ed è disponibile sia su App Store, sia su Google Play. Insomma, i prezzi sono alti, ma il modo per salvare qualche spicciolo esiste ed è pure divertente. Buona Pasqua, e buona caccia.


TAGS: carburanti prezzi benzina guida pratica prezzi carburanti prezzi diesel