Autore:
Matteo Gallucci

NAUFRAGIO GRIMALDI Partiamo dai tragici avvenimenti che hanno colpino una nave cargo della Grimaldi Lines. Il 12 marzo alle ore 15:26 a circa 140 miglia nautiche da Brest la nave Grande America diretta in Brasile è affondata a causa di un incendio inizialmente partito da uno dei suoi tanti container. Al suo interno molte auto, circa 2000, la maggior parte appartententi ad Audi con modelli quali A3, A5, Q7, RS4 e RS5. Perdite rilevanti che si sommano con quelle di un altro Brand presente sulla medesima nave: Porsche con diverse 718 Cayman, Boxster e Cayenne oltre ad almeno quattro Porsche GT2 RS (fuori produzione da febbraio 2019) e ancora celebrata come auto stradale più veloce del Nurburgring. Per fortuna l'intero equipaggio, composto da 26 membri, è rimasto illeso dal triste avvenimento che però rischia di trasformarsi anche in un disastro ambientale. Come potete vedere dal video e foto nella gallery la nave era decisamente carica di merci e oltre alle auto trasportava 45 contenitori contrassegnati come merci pericolose (su 365 totali) e 200 tonnellati di olio combustibile pesante.

LETTERA DI SCUSE Immaginatevi la scena da film tragicomico. Aprite la vostra casella di posta e trovate una lettera che, tradotta, recita il seguente testo: "Siamo spiacenti di informarvi che a causa di un incendio occorso ad una nave del gruppo Grimaldi, che trasportava il vostro veicolo, la stessa è affondata il 12 marzo 2019. Per questo motivo la vostra GT2 RS non può essere consegnata. Come forse saprà, Porsche ha concluso la produzione della 991 GT2 RS a febbraio 2019 e, in circostanze normali, non sarebbe possibile consegnare un’altra vettura. Ma, seguito della causa dell’incidente e considerando che Lei è un cliente fedele e di grande valore per il nostro marchio, Porsche ha deciso di riprendere la produzione GT2 RS in Germania. Il Suo veicolo sarà prodotto ad aprile, con consegna programmata per giugno". Dopo lo sconforto iniziale, le 1000 unità di GT2 RS sono state vendute tutte durante il primo mese di lancio a metà 2017, arriva il lieto fine con la promessa di Porsche di riaprire appositamente la produzione dell'esclusiva supercar che sarà nuovamente pronta alle consegne per giugno 2019. Anche per i più audaci sarà molto difficile recuperare i modelli andati perduti sul fondo dell'Atlantico visto che la profondità stimanta è pari a 4600 metri.


 

TAGS: porsche porsche 911 gt2 rs incidente naufragio grimaldi lines