Pubblicato il 05/09/20

DATI, DATI, DATI L'obiettivo di chi gira in circuito è sempre in qualche modo legato al desiderio di migliorare il proprio tempo sul giro. L'acquisizione dati è ormai una prassi comune, il vero problema, semmai, è sapere analizzare le informazioni nel modo più efficace possibile, così da comprendere gli errori e individuare le aree di miglioramento. È qui che entra in scena Garmin Catalyst, strumento portatile di coaching per la guida in pista in grado di fornire indicazioni precise, valutare i progressi e indentificare le aree di miglioramento del pilota.

Garmin Catalyst

COME È FATTO Una volta saliti a bordo, non serve altro che accendere il motore e dare gas. Il pilota potrà visualizzare i tempi sul display touchscreen a colori da 7 pollici e ricevere indicazioni audio per migliorare i tempi sulla base dei dati raccolti precedentemente. Queste ultime potranno essere ascoltate tramite auricolari Bluetooth compatibili o attraverso l’impianto stereo di bordo. Garmin Catalyst viene fornito con un database precaricato di centinaia di circuiti in tutto il mondo e consente agli utenti di aggiungere nuovi circuiti con estrema facilità.

MIGLIORAMENTI ALLA MANO Terminata la sessione in pista, Garmin Catalyst fornisce un’analisi immediata della prestazione, evidenziando le aree di miglioramento direttamente sullo schermo, senza dover scaricare le informazioni acquisite e senza la necessità di configurare grafici, facendo così risparmiare tempo prezioso nell’interpretazione di informazioni.

Con Garmin Catalyst si possono misurare i progressi e anche ricevere consigli per migliorare

COME FUNZIONA Grazie ai suoi sensori, Garmin Catalyst è in grado di registrare tutti gli elementi fondamentali per un buon approccio alla curva. Ovvero: staccata, inserimento, punto di corda, uscita, e accelerazione. Attraverso la funzione True Optimal Lap, raccoglie le metriche della corsa e identifica i punti in cui i segmenti possono essere uniti senza soluzione di continuità per creare il giro di pista più veloce. Con l’innovativa funzione True Track Positioning vengono registrate e analizzate le traiettorie dell’auto attraverso una combinazione di informazioni rilevate dai sensori inerziali integrati nello strumento, dall’elaborazione delle immagini della videocamera e dal preciso posizionamento multi-GNSS a 10 Hz. In particolare, la videocamera in dotazione permette di registrare video in qualità 1080p HD che possono essere successivamente riprodotti direttamente sullo schermo del Catalyst, sovrapponendo ad essi informazioni sulla velocità istantanea e molto altro.

DISPONIBILITÀ E PREZZI Garmin Catalyst è disponibile dal mese di settembre 2020 ad un prezzo suggerito al pubblico di 999,99 euro.


TAGS: garmin consigli di guida Garmin Catalyst acquisizione dati