LA 991 ESCE DI SCENA Porsche ha scelto una versione un po’ speciale della 911 Carrera per spegnere i riflettori su quello che è stato il suo modello di maggiore successo, la generazione 991, venduta in 233.540 esemplari. Infatti, proprio in questi giorni è scesa dalla linea di montaggio una Speedster, che ha chiuso definitivamente la produzione di questa iconica sportiva, ormai già avviata sul mercato nella sua nuova veste, la 992.

IL COMMIATO DEL CAPO R&D Michael Steiner, Responsabile Ricerca & Sviluppo di Porsche AG, ha commentato: “Porsche rappresenta al contempo tradizione e innovazione, un connubio che si ritrova espresso al meglio proprio nella sportiva che è anche il cuore del marchio, la 911. La 911 ha sostituito la 356 nel 1963 e nei decenni successivi questo nostro modello è diventato una vettura sportiva iconica. È stata in particolare la generazione 991 a stabilire nuovi standard per quanto riguarda prestazioni, maneggevolezza ed efficienza. Mi riempie di orgoglio, ma un po’ anche di tristezza, doverla pensionare”.

UN PO' DI STORIA Ma torniamo sulla 991, che è stata introdotta sul mercato nel 2011, facendo registrare una fra le maggiori evoluzioni mai viste sulla coupé di Zuffenhausen. Oltre il 90% dei componenti era stato riprogettato o sottoposto a sviluppo. Grazie a una carrozzeria in lega leggera e a un passo maggiorato di 10 cm, la sportiva tedesca era più leggera e guidabile della generazione precedente, anche grazie all’adozione di sistemi di assistenza alla guida innovativi per quell’epoca. Su richiesta, la 911 Serie 991 poteva essere equipaggiata con il dispositivo di stabilizzazione del rollio PDCC (Porsche Dynamic Chassis Control).

Porsche 911 Carrera 991: la 911 R su strada

ECCO LA 911 CABRIOLET E TARGA Come da tradizione subito dopo arriva la Cabriolet: siamo nel 2012, e la macchina si caratterizza per un altro elemento inedito per quel tempo, ovvero una struttura integrata in magnesio che generava una torsione del soft top e che consentiva al tetto dell’auto di assumere, quando chiuso, una forma tipica da coupé, mai vista in precedenza e che veniva mantenuta anche a velocità elevate. Ma oltre alla Cabriolet, un’altra carrozzeria iconica per Porsche era la Targa. Ecco, allora, che a fine 2012 viene presentata la riedizione di questo modello, che faceva sfoggio del tipico arco al posto dei montanti centrali, di un lunotto in vetro molto ampio e curvo e di un tetto rigido che si poteva ripiegare e nascondere nel retro della vettura.

Porsche 911 Carrera 991: la Cabriolet

ARRIVA LA VERSIONE HIGH PERFORMANCE... Ma nel solco della tradizione, Porsche non poteva restare indifferente alle versioni più performanti: con l’arrivo della 911 Turbo presenta un modello innovativo sotto il profilo dell’aerodinamica, sul quale sono stati montati per la prima volta elementi attivi per aumentare il carico alle alte velocità e poter gestire meglio gli oltre 500 CV di potenza del flat-six sovralimentato.

… E I MODELLI SPECIALI La generazione 991 è stata la base di partenza anche per numerosi esemplari speciali: per esempio, nel 2013 è stata realizzata una versione per festeggiare il 50° anniversario del modello con una edizione limitata in soli 1.963 unità. Nel 2016 è stata presentata la 911 R con motore aspirato da 500 CV e con un equipaggiamento che rievocava le omonime sportive omologate strada del 1967.

Porsche 911 serie 991: un allestimento commemorativo, non in vendita, con carrozzeria verde

READY TO RACE Arriviamo ai giorni nostri: nel 2017 debutta la 911 GT3 RS, una versione “pronto pista” con motore aspirato 4,0 litri da 520 CV e un pacchetto tecnico/aerodinamico perfetto per gli amanti dei track day e dei campionati GT in tutto il mondo. Anche la milionesima 911 è stata costruita sulla base della generazione 991, e come la prima 911 utilizzata da Ferry Porsche ha la carrozzeria di colore Irish Green e i sedili in pelle con il classico motivo ‘pepita’. Nello stesso anno Porsche ha presentato la 911 Turbo S Exclusive, con 607 CV e carrozzeria con finitura ultra-speciale Golden Yellow Metallic.

Porsche 911 serie 991: la sportivissima GT3 RS con motore 4.0 aspirato

LA PIÙ POTENTE E L’ICONICA Il vertice assoluto per potenza del motore e prestazioni dinamiche è stata però la 911 GT2 RS, presentata sempre nel 2017. La supersportiva tedesca ha motore turbo da 700 CV e trazione posteriore. Arrivata per festeggiare il 70° anniversario delle sportive Porsche, la 911 Speedster si è imposta come il modello che incarna perfettamente la filosofia costruttiva della Casa tedesca, ovvero come automobile con struttura leggera, efficienza complessiva, purezza nello stile e piacere di guida, il tutto garantito da un motore 4,0 litri aspirato 510 CV, un cambio manuale a sei velocità e un telaio dalle caratteristiche decisamente atletiche. Questa due posti non è stata introdotta solo come ultima versione della generazione 991, ma è ora diventata anche l’ultimo modello della serie e, come la sua antenata, ovvero la 356 Roadster del 1948, diventerà la portavoce dell’eccellenza tecnologica espressa da Porsche. Il testimone è già passato alla nuova generazione di 911 Carrera, la 992, una sportiva ancora più evoluta sotto ogni profilo, ma che ha nel suo DNA tutta la filosofia di stile, sportività e piacere di guida espressa fino a oggi dalla Casa tedesca.


TAGS: porsche porsche 911 porche 911 991 porsche 911 991 2019 porsche 911 fine produzione